sabato 6 Marzo 2021
Altre aree

    Parcheggi blu a Greve in Chianti: “Liberi per tutti i residenti e a costi simbolici per i lavoratori”

    Il sindaco Paolo Sottani: “I lavoratori avranno la possibilità di usufruire delle aree di sosta pagando la metà di un caffè, per l’intera giornata”. Tutte le tariffe

    GREVE IN CHIANTI – Parcheggi a pagamento, il Comune di Greve in Chianti li mette liberi per i residenti e a costi minimi per i lavoratori.

    “Nasce da un percorso di partecipazione e condivisione – dicono dall’amministrazione comunale – che ha coinvolto le attività commerciali locali, il provvedimento firmato dalla giunta  che dispone di una nuova regolamentazione delle aree a pagamento nel territorio comunale di Greve in Chianti”.

    # Greve, il centrodestra: “Cittadini preoccupati per i nuovi spazi di sosta a pagamento in paese”

    “L’obiettivo di questo intervento – spiega il sindaco Paolo Sottani – il cui avvio era previsto la scorsa primavera, ma che per l’avvento del Covid abbiamo dovuto posticipare di un anno, è quello di favorire una maggiore movimentazione dei veicoli e quindi uno stimolo ad una più frequente rotazione degli spazi di sosta a disposizione per chi viene a visitare Greve in Chianti”:

    “Altra motivazione – prosegue – è legata alla necessità di contrastare la sosta selvaggia che in molti ci segnalano, soprattutto per quanto riguarda gli stalli riservati ai portatori di handicap”.

    “Con questo nuovo provvedimento – annuncia Sottani – attiveremo controlli più serrati attraverso l’intervento degli ausiliari del traffico che saranno messi a disposizione dal gestore del servizio e incaricati di sanzionare le eventuali violazioni”. 

    “Uno degli aspetti più rilevanti del provvedimento – spiega ancora l’amministrazione comunale grevigiana – è la decisione di rendere gratuite le aree di sosta per i residenti”.

    I cittadini potranno utilizzare il parcheggio in forma gratuita per tutte le aree di sosta a pagamento. Unica eccezione: via Garibaldi, via I Maggio e Montefioralle.

    Qui, essendo pochi gli stalli, saranno soltanto i residenti di queste aree a beneficiare dell’intervento free del Comune.

    “I lavoratori e coloro che hanno necessità di raggiungere Greve per motivi professionali – aggiunge il sindaco Sottani – avranno la possibilità di usufruire delle aree di sosta pagando un costo minimo, ovvero 0,50, la metà di un caffè, per l’intera giornata”.

    Alcune aree di sosta a pagamento sono state individuate nella piazzetta Santa Croce e in via Garibaldi (il pagamento del parcometro sarà escluso per i residenti di piazzetta Santa Croce e via Garibaldi  e sarà previsto compreso i festivi), in piazza Trento e in via I Maggio (il pagamento del parcometro  sarà escluso per i residenti di piazza Trento e via Primo Maggio  e sarà previsto compreso i festivi), nella frazione di Montefioralle, in piazza Santo Stefano e nell’area sterrata (sempre escluso per i residenti della frazione di Montefioralle), al costo orario di 1,50 euro e 4 euro per l’intera giornata con orario dalle ore 9 alle ore 23.

    Altri stalli a pagamento, esclusi per i residenti, sono nel piazzale Ferrante Mori e nel lato superiore di piazza della Resistenza con la possibilità di formulare abbonamenti ad un prezzo massimo di 20 euro.

    I cittadini residenti potranno usufruire gratuitamente del parcheggio a pagamento situato nel piazzale Finetti e in piazza della Resistenza, lato inferiore.

    Per quanto riguarda piazza Matteotti la sosta a pagamento sarà attiva dalle ore 10 alle ore 20 e nel periodo estivo fino alle 23 con la tariffa oraria di 1,50 euro. Sarà messa a disposizione una App con la quale effettuare il pagamento per il prolungamento della sosta.

    Un’occasione per conoscere i dettagli delle nuove modalità e porre eventuali domande è l’incontro pubblico on line rivolto ai cittadini che il Comune sta organizzando con la partecipazione del gestore del servizio.

    Nel rispetto delle normative Covid l’incontro si terrà in forma virtuale. Sarà cura dell’amministrazione comunale comunicare nei prossimi giorni data, orario e link per il collegamento.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...