spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 4 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Greve in Chianti i due tradizionali appuntamenti in piazza Matteotti

    Dopo l'entusiasmante successo delle trascorse edizioni il “Mercatino delle Cose del Passato”, che si svolge ogni Lunedì di Pasqua, è giunto alla sua 41esima edizione e anche per quest'anno la piazza di Greve in Chianti (piazza Matteotti) accoglierà il tradizionale appuntamento lunedì 1 aprile .
     

    Questa manifestazione a carattere interregionale, è riservata ad operatori per il commercio su aree pubbliche del settore antiquariato o cose usate ed è diventata un "Cult" per gli appassionati delle cose del tempo che fu.

    Nella caratteristica Piazza di Greve in Chianti, e in occasione del Lunedì di Pasqua anche nelle vie collaterali (via Garibaldi, piazzetta Santa Croce, via Cesare Battisti), saranno esposti: attrezzi agricoli del passato, antichi ricami, maioliche e porcellane, trinati e pizzi, oggetti di rame e peltro, vecchie terraglie, stampe, calici di cristallo, mobili vecchi, quadri a carattere profano e religioso, oggetti da collezione.

    Oltre ai banchi di antiquariato saranno presenti banchi di generi alimentari (via I° Maggio) che andranno ad aggiungersi ai ristoranti, alle trattorie ed ai punti di ristoro fissi. Il “Mercatino” inizia alle 8 e termina alle 19.
     

    Si ricorda inoltre che, come da tradizione, anche quest'anno la colombina volerà sulla piazza di Greve in Chianti la mattina di Pasqua alle 12.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua