spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le foto inviate da una nostra lettrice: “Prima di cantar vittoria era meglio… ripulire”

    CHIOCCHIO (GREVE IN CHIANTI) – "Sono stati individuati i responsabili dell’abbandono di parte del materiale rinvenuto nella discarica. E sono stati presi i provvedimenti necessari".

     

    L'aveva detto al Gazzettino del Chianti, nelle scorse settimane, l'assessore all'ambiente del Comune di Greve in Chianti Simone Secchi in merito alla situazione di una discarica abusiva nata nei dintorni del lago di Chiocchio.

     

    Rifiuti abbandonati dei quali ci aveva dato notizia una nostra lettrice. Che oggi, domenica 4 maggio, è tornata a scriverci e a inviarci delle foto (quelle che trovate sopra, scattate sabato 3 maggio).

     

    "E' tutto ancora lì – dice – Sono passata dopo aver letto le dichiarazioni dell'assessore Secchi, ma la situazione uguale".

     

    "Sarebbero auspicabili – conclude – più fatti e meno… parole ma fatti. A nulla servono i discorsi, servono i fatti: e i fatti ad oggi sono purtroppo questi. Sarebbe stato meglio parlare dopo che si era sanata l'area".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...