spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nel capoluogo si porteranno i rifiuti con una “card”. A Panzano e Montefioralle “Porta a Porta”

    A Greve in Chianti sta per prendere avvio un nuovo piano per la raccolta dei rifiuti. Nel capoluogo si passerà al sistema a calotte (si dovranno portare i rifiuti con un'apposita chiavetta, una sorta di "bancomat" che farà aprire i cassonetti); Panzano in Chianti e Montefioralle passeranno invece al "Porta a Porta".

     

    "Abbiamo già fatto assemblee con la cittadinanza e concordato con Quadrifoglio modi e tempi – conferma l'assessore all'ambiente Simona Forzoni – Sarà inoltre effettuata un'attività informativa ad ogni utenza. A Panzano questa attività sarà svolta dall'associazione locale Gaib mentre per il capoluogo interverrà direttamente Quadrifoglio. Gli incaricati del Gaib distribuiranno ai cittadini di Panzano le biopattumiere, i sacchetti e il calendario per il porta a porta".

     

    "Con il porta a porta -prosegue – scompariranno da Panzano e da Montefioralle tutti i cassonetti e i bidoncini ora esistenti. Saranno collocate campane più piccole per la sola raccolta del vetro. Sul collinare, essendo improponibile il porta a porta, per incentivare la raccolta differenziata è in fase di ultimazione la collocazione di bidoncini in prossimità delle abitazioni e la rimozione di tutti i cassonetti".

     

    "Operatori di Quadrifoglio si occuperanno invece di fornire le chiavette per le calotte nel capoluogo –  continua l'assessore – La calotta è un piccolo contenitore che viene montato sui cassonetti dell'indifferenziato e che si apre attraverso una chiavetta consegnata ad ogni singola utenza regolarmente registrata. Il sistema dovrebbe incentivare notevolmente la differenziazione, in quanto nella calotta entra solo un sacchetto di ridotte dimensioni. La chiavetta inoltre dà la possibilità di controllare il numero di conferimenti e se verrà usata troppe volte l'utente potrà essere richiamato e informato meglio su come effettuare la raccolta differenziata".
     

    "La peculiarità e l'estensione del territorio grevigiano – conclude l'assessore all'ambiente – fatto di frazioni anche distanti con una certa concentrazione di popolazione e di molte case sparse, richiede l'integrazione di metodi di raccolta fra loro diversi che consentano di raggiungere gli obiettivi previsti mantenendo però la tariffa ad un livello accettabile. Non dobbiamo infatti dimenticarci che a fine anno, con la Tares, la tariffa aumenterà comunque e andrà a pesare ulteriormente sulle famiglie e sulle attività commerciali e produttive, già oggi in forte difficoltà".
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua