spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lo denunciano consiglieri comunali di opposizione e Api Greve in Chianti

    "Nell'asilo di Greve in Chianti, fortunatamente prima dell'apertura mattutina, sono cascati alcuni pannelli fonoassorbenti dal soffitto. Ma tutto questo era più che prevedibile dato che da tanto tempo, quando piove, in un aula le bidelle sono costrette a mettere i catini o gli stracci per asciugare l'acqua che casca dal soffitto e senza considerare le macchie di umidità presenti nel soffitto".

     

    Ad affermarlo sono i grupi consiliari Lista Civica con Paolo Stecchi, Riformisti & Democratici, il consigliere comunale Maurizio Marziali e API sezione Greve in Chianti.

     

    "Il 26 luglio scorso – sottolineano – la Lista Stecchi insieme al consigliere Marziali presentarono una mozione sul rischio sismico e il controllo di tutte le scuole del Comune chiedendo di spendere per le scuole i 300.000 euro che il sindaco Bencistà ha destinato per rifare il Piano Strutturale che non servirà a nessuno. Ancora, purtroppo, dopo sei mesi siamo in attesa di risposta alla mozione presentata e intanto le scuole si sfasciano e i nostri figli sono sottoposti ad alti rischi".

     

    "Non dobbiamo dimenticare – dicono ancora – che lo stesso Bencistà continua ad affermare che è stato cementificato troppo e che ci sono ancora tantissime case invendute e tantissime ancora da fare con il vecchio Piano Strutturale. Dopo l'obbrobrio della Conca d'Oro (epoca primo Bencistà) è meglio che il Bencistà non tocchi gli strumenti urbanistici, per non parlare dei 210.000 mc (circa 1.000 appartamenti da 70 mq ciascuno) che l'ex sindaco Saturnini eliminò dal progetto per il nuovo strumento urbanistico lasciato dal Bencistà (1990)".

     

    "E' da tre anni e mezzo – concludono – che non vengono investiti soldi nelle scuole con la scusa dei nuovi Poli Scolastici (svaniti nel nulla come tutte le promesse fatte dal Bencistà) di cui nessuno parla più. Ecco il risultato".
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...