spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sushi in Chianti, le novità non finiscono mai: arriva l’Uramaki Tre Pesci

    Con Salmone selvaggio, Tonno e Ricciola pescata, uniti con un mix di cavolo giapponese e sesamo. Una meraviglia di combinazioni

    GREVE IN CHIANTI – Sushi in Chianti sempre protagonista in queste settimane.

    “Come avevamo annunciato – dice Francesco Bussotti di Sushi in Chianti – il 2023 sarà una stagione di cambiamenti. Ormai la strada l’abbiamo tracciata dal giorno di apertura, e tutte le esperienze fatte finora ci hanno fortemente indirizzato verso la selezione delle migliori materie prime. E una costante innovazione nei pezzi presentati”.

    “Con questo spirito annunciamo un altro grandissimo pezzo – spiega – l’Uramaki Tre Pesci. Un Uramaki con Salmone selvaggio, Tonno e Ricciola pescata, uniti con un mix di cavolo giapponese e sesamo. Una meraviglia di combinazioni, che regalano delle sensazioni entusiasmanti quanto le nostre papille gustative ne arrivano a contatto”.

    “Un pezzo che racchiude il senso della nostra mission – prosegue – Le migliori materie prime presenti sul mercato: il salmone selvaggio presenta una polpa delicata, dal colore caratteristico”.

    “A differenza del salmone allevato – racconta ancora – è molto più ricco di minerali derivanti dall’ambiente incontaminato in cui vive e quindi una polpa molto più saporita. Per il tonno si prendono dal mercato ittico soltanto i filetti migliori, dal colore rosso acceso e la carne saporita, dove si sente il sapore del grande mare che attraversano per la loro migrazione”.

    “Poi arriva la Ricciola – continua nella descrizione – rigorosamente pescata e di medie dimensioni per trovare il pesce con le migliori caratteristiche organolettiche possibili. Tutti insieme con il cavolo giapponese, il sesamo e la lavorazione impeccabile della nostra Sushi Maker.”

    “Da questa settimana – annuncia – nel menu troverete anche il Brodetto di Sushi in Chianti, il Tacos Giapponese e l’Uramaki Tre Psci. Come sempre potrete ordinarli comodamente seduti ai tavoli, all’interno dei nostri innovativi Igloo, oppure ordinarli per l’asporto o richiedere la consegna a domicilio”.

    “Dal giovedì alla domenica, noi siamo qui, pronti ad accogliervi e ad offrirvi tutte le nostre attenzioni – ricorda Francesco – Le consegne possono essere effettuate a Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano (fino al Bargino), Radda in Chianti, Barberino Tavarnelle, Bagno a Ripoli (anche Grassina) e San Donato in Poggio. I ritiri e le consegne inizieranno giovedì sera dalle 18 e termineranno domenica alle 14. Apertura speciale il 14 febbraio per San Valentino”.

    “Per le ordinazioni – conclude – potete usare la nostra WebApp, dove troverete il menu dettagliato, www.sushinchianti.it disponibile h24 sette giorni su 7, oppure tramite WhatsApp al numero 3926468943″.


    📍 Indirizzo: piazza delle Cantine 43, Greve in Chianti

    💻 Sito web/Web App: www.sushinchianti.it

    📱 Cellulare/Whatsapp: 3926468943

    🛍 Shopfan: https://shopfan.io/shopper

    👉 Facebook: https://www.facebook.com/groups/478773787260269

    👉 Instagram: https://www.instagram.com/sushi.in.chianti/

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...