spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Tutta una vita con Peppino Impastato”: domenica c’è Giovanni Impastato a Greve in Chianti

    Alle 21 serata di incontro per riflettere sulla storia di lotta e impegno contro la mafia del giovane giornalista e attivista, Peppino Impastato, ucciso dalle organizzazioni criminali il 9 maggio 1978

    GREVE IN CHIANTI – Domenica 27 giugno alle ore 21 a Greve in Chianti serata di incontro per riflettere sulla storia di lotta e impegno contro la mafia del giovane giornalista e attivista, Peppino Impastato, ucciso dalle organizzazioni criminali il 9 maggio 1978.

    Ospite della serata sarà il fratello minore, Giovanni Impastato, che presenterà il suo nuovo libro, “Mio fratello. Tutta una vita con Peppino”, dialogando con il pubblico.

    L’incontro è promosso da Associazione culturale Tiravento, Arci, Libera contro le mafie, Spi-Cgil di Greve in Chianti e sarà l’occasione per ascoltare la preziosa testimonianza di chi ha vissuto accanto a Peppino e per riflettere su intrecci e vicende che hanno segnato la storia del nostro paese.

    Un invito, quello di domenica che rivolgiamo a tutti i cittadini inclusi i più giovani, interlocutori privilegiati del lavoro che da anni sta portando avanti Giovanni Impastato, sia a Cinisi, attraverso la Casa della Memoria di Peppino e Felicia Impastato, sia incontrando ragazzi e studenti in tantissimi luoghi e scuole d’Italia.

    La serata si svolgerà sulla Terrazza della Casa del Popolo di Greve in Chianti (Via Luca Cini 5) nel rispetto delle normative in materia di sicurezza e tutela della salute.

    L’evento avrà inizio alle ore 21, si raccomanda la puntualità. Per informazioni 3899909050.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...