domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Online il nuovo sito del Consorzio Vino Chianti Classico: “Sempre nuovi, dal 1716”

    Tra vedute a 360° gradi del territorio e schede approfondite dei vini Chianti Classico, con funzioni di ricerca avanzate, il viaggio nella terra del Gallo Nero è garantito, anche da casa

    La parola d’ordine è novità. Il Consorzio Vino Chianti Classico presenta il proprio portale on line rivoluzionando l’esperienza degli utenti, con un design che mira all’immersione virtuale nel binomio territorio-vino, scoprendone le infinite sfaccettature.

    Concettualmente disegnato per soddisfare sia gli utenti che cercano un’esperienza emozionale sia coloro che sono alla ricerca di informazioni tecniche tramite il sistema degli approfondimenti, la struttura leggera del nuovo sito (sempre su www.chianticlassico.com) dà ampio respiro agli elementi identitari del Chianti Classico: il vino, il territorio, il marchio, senza dimenticare l’universo Gallo Nero, una costellazione di iniziative e di enti collegati, ma dedicati a scopi singoli.

    Nuovo anche lo scroll in orizzontale nella versione desktop, una soluzione raffinata, che consente al sito web di marcare un’ulteriore differenza rispetto agli altri, rafforzando ancora di più l’identità del brand.

    Per quanto riguarda i contenuti, il sito conferma il suo valore istituzionale, con un evidente richiamo agli scopi statutari del Consorzio (la valorizzazione del marchio Chianti Classico Gallo Nero e la sua tutela, nella nuova sezione dedicata al Marchio) e con un rinnovato slancio nel presentare il territorio e il vino e il loro legame indissolubile.

    La narrazione del territorio è infatti arricchita dalle immagini panoramiche a 360° a opera di Alessandro Masnaghetti, che ha curato anche un viaggio virtuale a tappe in ciascuno degli otto comuni del Chianti Classico. Tramite questo strumento, primo nella compagine consortile in Italia, gli appassionati e i professionisti potranno godere di un punto di vista assolutamente privilegiato e inedito per scoprire i dettagli di uno dei territori di vino più antichi e più variegati del mondo, in un solo colpo d’occhio.

    L’elemento vino è principe indiscusso, con sezioni approfondite di dettagli tecnici, è possibile poi scoprirne le interpretazioni di ciascuna realtà aziendale, andando a vedere tutte le etichette di Chianti Classico oggi presenti on line per la prima volta in modo aggregato.

    Grazie alla collaborazione con la società Bottlebooks, azienda specializzata nella gestione di dati di aziende vitivinicole, è stato possibile infatti integrare non solo i profili delle singole aziende del Consorzio (354 aziende che escono sul mercato con il proprio marchio), ma anche le loro etichette.

    Con un avanzato sistema di ricerca è infatti possibile scoprire non solo la realtà delle aziende e della loro proposta a livello enoturistico, ma anche i dettagli tecnici dei loro vini.

    “Il sito web è per noi un biglietto da visita internazionale – dichiara il direttore del Consorzio Carlotta Gori – in particolare in una situazione anomala come quella che stiamo vivendo nel 2020, una curata presenza on line rappresenta un asset importante, e lo è ancor di più se questa si integra con l’esperienza reale”.

    Alcune sezioni del sito sono ancora “work in progress” e verranno inserite o completate nei prossimi mesi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...