lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Baldi Srl e Flap Srl: domattina dalle 10.30 presidio dei lavoratori davanti ai cancelli in via Cassia a Tavarnuzze

    La Cgil: "Continua, da venerdì scorso, lo sciopero permanente dei lavoratori e delle lavoratrici delle aziende della famiglia Baldi, che ad oggi occupano circa 30 persone"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – “Continua, da venerdì scorso, lo sciopero permanente dei lavoratori e delle lavoratrici della Baldi Srl e Flap Srl, aziende della famiglia Baldi specializzate nella realizzazione di arredi di lusso, che ad oggi occupano circa 30 persone”.

    Lo dicono Filcams e Fiom Cgil, che spiegano anche che “i dipendenti chiedono certezze in merito all’immediato futuro lavorativo, oltre che al pagamento delle retribuzioni di giugno e della 14esima mensilità, cosa che l’azienda si rifiuta di fare”.

    “E’ stato chiesto ripetutamente un incontro all’azienda e a Confindustria Firenze – riprende il sindacato – ma ad oggi, non è arrivata nessun risposta”.

    “Per questi motivi – annunciano Filcams e Fiom Cgil – domani 14 luglio, i lavoratori e le lavoratrici delle due aziende saranno in presidio davanti ai cancelli dell’azienda (via Cassia, 65 – Impruneta) dalle 10.30 alle 12, per ribadire il loro dissenso nei confronti di un atteggiamento aziendale inaccettabile e che rischia di mettere in crisi 30 famiglie”.

    “Della situazione – concludono – sono state informate anche le istituzioni locali”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino