spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il presidente della Provincia sul “congelamento” della coalizione di centrosinistra

    Alla fine il voto sul piano interprovinciale dei rifiuti di lunedì 17 dicembre rischia di passare alla storia come quello che ha fatto saltare per aria l'embrione di coalizione di centrosinistra all'Impruneta.

     

    Eppure va sottolineato come quella stessa coalizione fra Pd, Sel, Psi e lista civica Indignamoci, sia stata sottoscritta la sera stessa della votazione in consiglio provinciale, quando si sapeva ampiamente che Riccardo Lazzerini, consigliere provinciale di Sel e consigliere comunale (a tutt'oggi all'opposizione), aveva votato contro.

     

    Poi però, domenica 23 dicembre, in una chiacchierata con il Gazzettino relativa alla sua candidatura alle "parlamentarie" di Sel, lo stesso Lazzerini diceva  che stava riflettendo sulla possibilità di presentarsi anche alle primarie per la scelta del candidato sindaco della neonata coalizione imprunetina di centrosinistra (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Apriti cielo: è stata una domenica di riunione-fiume per il pd di Impruneta, che alla fine ha partorito un documento in cui di fatto "congela" l'appena nata coalizione subordinandola a nuovi colloqui con le altre forze (clicca qui per leggere l'articolo)

     

    Insomma, alla fine le sale del consiglio provinciale fiorentino potrebbero essere il detonatore che fa esplodere una ritrovata unione d'intenti dopo cinque anni di durissima lotta fra Pd (e Psi) al governo di Impruneta e tutto il resto dell'area di centrosinistra?

     

    "Preferisco non fare commenti – dice al Gazzettino il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci (in foto) – Quello che direi rischia di essere fuori luogo e non vorrei davvero esprimermi sulle scelte fatte all'interno di un comune dal Pd".

     

    "L'unica cosa certa – sottolinea Barducci – è il voto contrario di Sel al piano interprovinciale dei rifiuti che, come ho già detto, ha di fatto messo il partito al di fuori della maggioranza che guida la Provincia di Firenze. Hanno votato contro un programma elettorale sottoscritto da loro stessi: spero che ci sia il tempo e la volontà (da parte mia c'è) di ritrovare un percorso comune".

     

    "Mi limito a dire questo – conclude – mentre a Impruneta sono convinto che lavoreranno tutti al meglio per dare un futuro migliore al comune".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...