spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il candidato del Pd: “Il presidente Barducci e l’assessore Gamannossi hanno dato rassicurazioni”

    La promessa è di quelle pesanti in un comune come quello di Impruneta, dove si guarda ancora con angoscia al primo lotto della circonvallazione concluso dopo anni di polemiche e ritardi: "La circonvallazione di Impruneta si farà".

     

    A dirolo è Alessio Calamandrei, candidato sindaco del Partito democratico alle prossime elezioni amministrative ad Impruneta: "Ho personalmente parlato con il presidente della Provincia Andrea Barducci e con il nuovo assessore Marco Gamannossi – spiega Calamandrei – e ho avuto da loro assicurazione della volontà politica di chiudere quanto prima gli espropri. Questo permetterà di approvare il progetto definitivo, già pronto, e di passare al progetto esecutivo, i cui tempi sono ridottissimi, e infine alla gara di appalto".

     

    "Tutte e due le amministrazioni – ricorda – hanno in cassa il finanziamento completo dell'opera e sono determinate a realizzarla nei tempi più stretti possibile consentiti dalle procedure, convinte di poter inserire l'intervento anche nelle maglie serrate del patto di stabilità".
     

    Della circonvallazione di Impruneta, come noto, è stato realizzato il primo lotto che congiunge la zona del Desco con il parcheggio dietro alla Bcc di Impruneta: "La popolazione – ammette Calamandrei – è in attesa del secondo che completerà l'opera ed anche alcuni interventi accessori come la mitigazione del rumore e  il percorso pedonale. Il completamento della circonvallazione permetterà anche una riqualificazione di piazza Buondelmonti e del suo centro storico".

     

    "Uno dei primi impegni come sindaco di Impruneta – conclude Calamandrei proiettandosi già… oltre le urne – sarà quello di seguire con estrema attenzione questa vicenda. Perché non si perda neppure un giorno. Ricordo che al di là delle appartenenze politiche il comune di Impruneta ha due consiglieri in Provincia che potranno aiutarci in questo percorso".

     

    Intanto però prosegue il percorso di avvicinamento verso le urne di domenica 26 e lunedì 27 maggio. Lunedì sera Calamandrei era a Tavarnuzze alla casa del popolo per l’apericena con dibattito organizzato dal Pd.Presenti la senatrice Rosa Maria di Giorgi (il deputato Filippo Fossati non ha potuto essere presente per sopraggiunti impegni in Parlamento).

     

    "C'erano – sottolineano dal comitato a sostegno di Calamandrei – anche il segretario metropolitano del Pd Patrizio Mecacc e l’assessore all’istruzione del comune di Impruneta Francesca Buccioni . Calamansrei ha parlato del suo programma elettorale per le scuole imprunetine".

     

    Scuola di cui si è parlato diffusamente nell'incontro di martedì sera, organizzato dal Comitato dei Genitori dell'Istituto Comprensivo "Primo Levi" (clicca qui per leggere l'articolo), dove però Calamandrei è stato sostituito da Joele Risaliti.

    Oggi invece, mercoledì 22 maggio, Alessio Calamandrei è stato tutta la mattinata al mercato di Tavarnuzze per parlare con gli abitanti della frazione, nell’ultimo appuntamento in piazza con il gazebo prima delle elezioni del 26 e 27 maggio prossimi.

     

    Alle 14 il candidato sindaco del Pd ha incontrato i commercianti di Tavarnuzze, mentre alle 18.30 sarà alla Fornace Carbone al concerto dei ragazzi della scuola media dell’Impruneta. La giornata di oggi finirà alle 21.30 allo Sporting Club all’Ugolino per un incontro- dibattito con i cittadini.

     

    Giovedì 23 maggio invece, alla casa del popolo di Impruneta (ore 21.15), sarà insieme al sindaco di Livorno, che è anche presidente dell’Anci Toscana, Alessandro Cosimi, a Ida Beneforti, sindaco uscente di Impruneta, a Sestilio Dirindelli, sindaco di Tavarnelle, e ad Alessio Biagioli, sindaco di Calenzano, per parlare di “Comuni: quale futuro?”
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...