spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Serata speciale sul rione del Pallò: ricavato al Villaggio della Speranza

    IMPRUNETA – Una cena davvero speciale quella andata in scena lunedì 9 settembre sul rione del Pallò: con centinaia di persone e alla presenza, fra gli altri, anche del sindaco Alessio Calamandrei e dell'assessore (palloiana doc) Francesca Buccioni.

     

    Speciale per due motivi: per la persona che si ricordava a vent'anni dalla sua scomparsa, per le finalità della raccolta.

     

    La persona era Francesco Torrini, storico rionale palloiano scomparso nel 1933 a soli 33 anni: un creativo, istrionico, anticipatore. Fu lui, come ci ha raccontato nei giorni scorsi Riccardo Lazzerini, a battersi affinché nella sfilata dei carri della Festa dell'Uva la coreografia a terra valesse almeno quanto alla costruzione del carro.

     

    Una persona che ha lasciato una traccia profonda in coloro che ha conosciuto, ma anche in quelli che sono venuti dopo e hanno raccolto, in un certo senso, la sua "eredità".

     

    Il ricavato invece è andato a una delle realtà più amate e partecipate da parte della gente dell'Impruneta: il Villaggio della Speranza, in Tanzazia, dove si accolgono, si curano, si istruiscono, in particolare i bambini nati affetti da Aids.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...