spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Previsto per l’11 luglio alle 18 presso la sala polivalente della scuola media del paese

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – La richiesta era stata avanzata dal gruppo di opposizione Il Coraggio di Cambiare, e giovedì 11 luglio, con inizio alle 18 presso la sala polivalente della scuola media "Primo Levi" in via I Maggio 47, a Tavarnuzze, si terrà il consiglio comunale in seduta aperta su "Lavori di riqualificazione della piazza di Tavarnuzze e delle aree adiacenti".

     

    Come noto infatti i lavori sono appena iniziati e il tema della riqualificazione della piazza, sia nella sua progettualità che nella sua cantierizzazione, è stato uno degli argomenti "caldi" della campagna elettorale.

     

    Da non dimenticare che a Tavarnuzze si è costituito da mesi un comitato in difesa del "Birillo" (in foto), ovvero della vecchia stazione del treno, che vorrebbe che fosse conservata così com'è, senza tettoia e terrazza come previsto dal progetto di riqualificazione.

     

    Dal canto suo il sindaco Alessio Calamandrei, proprio in campagna elettorale a Tavarnuzze, durante un confronto con  gli altri candidati al circolo Mcl L'Incontro disse di essere "favorevole all'intervento, non ho mai negato che a me la pensilina non dispiace. E' fotovoltaica e Birillo e piazza saranno energicamente indipendenti. C'è il problema dei bagni, serve quello del personale, quello pubblico essendo parte del mercato. Ci sono cinque blocchi di bagni inseriti per legge".

     

    "L'ampliamento poi – aveva proseguito – era compreso nel primo progetto, come richiesta di ulteriore spazio. Io ero molto dubbioso sulla parte esterna dell'edificio: sono andato a vedere tutti i progetti, voi vi dovete immaginare il blocco esterno (scale e ascensore) dentro al Birillo: non rimaneva niente di utilizzabile. Sono disponibile a varianti in corso d'opera, ma i cambiamenti possono essere fatti rispettando piano economico e tempi. Altrimenti il progetto salta e ci sono anche le penali da pagare".

     

    Interessante infine notare che a fronte dei "sentori" contrari alla riqualificazione della piazza così come progettata e appaltata, sia stata proprio Tavarnuzze a consegnare la vittoria alle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio allo stesso Calamandrei.

     

    Conclusa la riunione aperta, la seduta proseguirà in forma ordinaria per la discussione, fra gli altri, dei seguenti argomenti: elezione del presidente e del vicepresidente del consiglio  comunale (dopo la prima "fumata nera" sul nome di Lillian Kraftclicca qui per leggere l'articolo – stavolta dovrebbe essere la volta buona per la consigliera comunale Pd); mozione per "Pubblicazione audio/video delle sedute consiliari sul web (streaming live).

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...