spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dalla Regione un milione di euro ai Comuni toscani per incrementare la videosorveglianza

    Fra i beneficiari il Comune di Impruneta (25mila euro) e di Castelnuovo Berardenga (20mila euro)

    FIRENZE – La giunta regionale toscana, su proposta dell’assessore regionale alla sicurezza, Stefano Ciuoffo, ha approvato la graduatoria dei Comuni che beneficeranno di un totale di 1 milione di euro per incrementare gli strumenti dedicati alla videosorveglianza.

    Si tratta di somme che vanno da un minimo di 12.000 ad un massimo di 80.000 euro per ognuna delle 38 amministrazioni locali beneficiarie.

    Il finanziamento riguarda 4 comuni capoluogo (Livorno, Prato, Pistoia e Grosseto) e nove sulle dieci province della Toscana.

    “La Regione Toscana – commentano il presidente Eugenio Giani e l’assessore Ciuoffo – in questi anni si è impegnata con costanza al fianco dei Comuni per sostenere gli investimenti sulla videosorveglianza e sulla sicurezza”.

    “Oltre il 90% degli enti locali – proseguono – hanno ricevuto un contributo regionale nel corso di questi ultimi sei anni. La Toscana dal 2016 al 2022 ha contribuito con ben 6 milioni e settecentomila euro al consolidamento della videosorveglianza”.

    “Abbiamo deciso di proseguire su questa strada – aggiungono – destinando un ulteriore milione di euro e siamo rimasti sorpresi dalle numerose richieste di finanziamento pervenute”.

    “Il nostro impegno – rilanciano – sarà quello di riuscire a trovare una risposta positiva per i tanti Comuni che sono stati ammessi alla graduatoria e che ad oggi non sono finanziati”.

    “La sicurezza integrata – concludono – attraverso il coinvolgimento delle associazioni del territorio e la videosorveglianza, riteniamo siano una risposta efficace per la maggior sicurezza delle nostre città”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua