spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Organizzata dal Collettivo Giovani Imprunetini per chiedere un’area riservata ai cani

    IMPRUNETA – L'hanno chiamato "Dog Day": è una raccolta di firme, organizzata dal Collettivo Giovani Imprunetini, per chiedere all'amministrazione comunale di Impruneta di realizzare un'area apposita per i cani.

     

    Sabato 21 dicembre dalle 9 alle 13 si potrà firmare in piazza Buondelmonti: "Noi ragazzi del Collettivo Giovani Imprunetini – spiegano – non capiamo come mai un paese come Impruneta, non possegga un'area cani che possa garantire non solo una maggiore igiene dei luoghi pubblici ma anche una maggiore sicurezza per noi e per i nostri amici a quattro zampe". 

     

    "Eche consenta a quest'ultimi – proseguono – di poter correre e giocare liberamente, consentendo allo stesso tempo al padrone di potersi rilassare, sapendo che il suo amico è al sicuro".

     

    "Pertanto – concludono – visto che, anche su questo tema, Impruneta è indietro anni luce rispetto agli altri capoluoghi del Chianti, abbiamo deciso di organizzare una raccolta firme per chiedere all'amministrazione la realizzazione della suddetta area che speriamo, non rimanga solo un'utopia".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...