venerdì 23 Ottobre 2020
Altre aree

    Entro il 30 settembre è possibile chiedere il bonus idrico per il rimborso delle bollette dell’acqua

    Rivolto ai nuclei familiari che presenteranno dichiarazione Isee con caratteristiche previste per ottenere fino al 100% di rimborso. La domanda dovrà essere presentata al Comune

    IMPRUNETA – Il Comune di Impruneta fa sapere che il bando pubblico per le agevolazioni tariffarie del servizio idrico 2020 scade il 30 settembre.

    Ogni famiglia, fanno sapere, può confrontare il proprio Isee ordinario con le fasce e le caratteristiche previste per farsi riconoscere anche fino al 100% di rimborso:

    – avere più di tre figli a carico e l’Isee fino a 20.000 euro;
    – avere un nucleo familiare composto esclusivamente da ultra sessantacinquenni, oppure con all’interno persone con attestazione di handicap o con invalidità uguale o superiore al 67%, con un Isee che non superi i 15.700 euro;
    – tutti gli altri casi in cui l’Isee non superi i 13.000 euro.

    Gli utenti ammessi al bonus idrico nazionale, i titolari di reddito o pensione di cittadinanza, sono ammessi al bonus sociale idrico integrativo senza dover tassativamente presentare la dichiarazione ISEE ma, fanno sapere, la domanda va comunque presentata al Comune.

    In caso di utenza condominiale il richiedente dovrà produrre all’atto della domanda l’attestazione dell’amministratore di condominio invece che le bollette.

    Per fare domanda consultare il bando e la modulistica sul sito comunale: clicca qui.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...