spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una delle più popolari reti televisive del mondo ha realizzato, nei mesi scorsi, un reportage

    IMPRUNETA – Il tema, come si può ben capire, è molto delicato. E riguarda aspetti particolari, sofferti, della vita di molte persone. Che si rivolgono al proposto della Basilica di Santa Maria all'Impruneta, don Luigi Oropallo, con la speranza di un aiuto e un sostegno.

     

    E' un tema molto presente nella vita imprunetina, che spesso innesca polemiche e reazioni (talvolta fuori luogo), che riguardano la presenza il mercoledì (ma spesso dal martedì notte) di decine e decine di persone per la Santa Messa del proposto.

     

    Che è uno dei sacerdoti autorizzati dal vescovo a praticare esorcismi. Propio di questo si è occupata addirittura la CNN, una delle reti televisive più importanti del mondo, che nei mesi scorsi ha realizzato un servizio sugli esorcismi praticati a Impruneta (clicca qui per vedere il servizio della CNN).

     

    A prescindere da come uno la possa pensare su questo tipo di pratica, fa ovviamente sensazione il fatto che dagli Stati Uniti d'America siano venuti fino a Impruneta per seguire una delle Messe di don Oropallo. E per parlare con lui.

     

    Nel servizio si parte dalla finzione, dal film "L'esorcismo di Emily Rose", per dire subito che a Impruneta l'esorcismo è qualcosa di… più concreto e reale.

     

    "Le persone – dice l'autore del servizio – vengono da ogni parte per vedere quest'uomo, don Luigi Oropallo (nella foto in un passaggio del servizio)".

     

    Dopo poche parole del proposto, si parla dell'opinione di Papa Francesco sulla presenza del demonio e sulle modalità con le quali combatterlo.

     

    Si fanno sentire voci della chiesa favorevoli e scettiche nei confronti della partica dell'esorcismo.

     

    Ma, volenti o nolenti questo è un tema che non può, nel rispetto di chi si rivolge alla Basilica e al suo proposto, essere ignorato. E l'interesse della CNN ne è un esempio lampante.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua