spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 3 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Quello sui lavori nella piazza: “Non collaboriamo a un progetto da noi mai condiviso”

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Quelli dell'ex Comitato Antica Stazione di Tavarnuzze non parteciperanno al tanto atteso (e finalmente definito) Osservatorio sull'avanzamento dei lavori nella piazza del paese.

     

    "Come riportato in molte e-mail che ho ricevuto nelle ultime settimane da vari membri del comitato – scrive Lucia Lorini, presidente ex Comitato Antica Stazione – il rifiuto a partecipare all'Osservatorio nasce dalla volontà di non collaborare in nessun modo alla realizzazione di un progetto che è stato da sempre criticato dal comitato stesso in maniera sostanziale".

     

    "E per il quale – scrive ancora Lorini – non si intravede oggi nessuna possibilità di cambiamento, se non per quanto riguarda dei minimi dettagli, che non interessano il comitato".

     

    "Ringraziamo della disponibilità che ci è stata accordata  con la creazione dell'Osservatorio – conclude – ma il comitato suddetto oltre a non prendervi parte si è ormai definitivamente sciolto, non sussistendo più i motivi che ne hanno determinato la creazione".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...