spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 3 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Dal 2008 senz’acqua; vediano se riescono a riattivarlo per la Festa dell’Uva di quest’anno”

    IMPRUNETA – "Magari se gli avanza un pezzetto di tubo riescono anche a ripristinare l'acqua al pozzo che in piazza Buondelmonti che è all'asciutto fin dal 2008".

     

    Lo dicono i Verdi per Impruneta. a proposito dei lavori iniziati nei giorni scorsi in piazza  Buondelmonti, per il potenziamento del collegamento dei serbatoi tra la stazione di pompaggio alle Sibille e il monte di San'tAntonio, all'interno dell'abitato di Impruneta.
     

    In contemporanea, infatti, col mese di agosto 2013 ha inizio la sesta edizione annuale della “Festa dell'Arsione” all’Impruneta. "Confermata la location d’eccezione – dicono ironici i Verdi – il fontanello al pozzo di piazza Buondelmonti . L’ingegnosa pensata è che l’evento non si tiene solo una volta all’anno, ma “dura proprio tutto l’anno. Si da infatti il caso che è dal 2008 il fontanello del pozzo nella piazza Buondelmonti da anni non disseta più nessuno, semplicemente perché è stata chiusa la tubazione dell’acquedotto che lo alimentava".
     

    "Alla nostra richiesta di riattivarlo – sottolineano i Verdi – la precedente giunta comunale aveva risposto che la disattivazione del fontanello in Piazza Buondelmonti era avvenuta a seguito di rotture sulla rete idrica che hanno consigliato la chiusura della tubazione per evitare sprechi d’acqua e costi di ricostruzione. La chiusura sarebbe avvenuta durante la gestione dei fontanelli da parte di Publiacqua, secondo la risposta dell’allora assessore competente, mentre dal 2008 il loro controllo è passato direttamente al Comune. Una cosa è certa: nel passaggio di competenze la differenza non è che si sia notata molto, perché comunque il fontanello era e continua tutt'ora a rimanere senz’acqua".

     

    "Gli abitanti dell’Impruneta – ribadiscono – lo sanno che da anni il fontanello è in quelle condizioni, e oramai hanno rinunciato ad tentar d’aprirne il rubinetto, certi di restare con la sete. La peggio la fanno gli ignari “partecipanti della festa” (turisti, ciclisti, visitatori delle molteplici manifestazioni che si svolgono nella piazza) i quali convinti che da quel fontanello si possa pur bere ci mettono un po’ di tempo per provare a ruotare più volte il pomello che li dovrebbe dissetare, poi con la faccia stupita fare un paio di giri intorno al pozzo per cercare magari un’altra cannella, per andarsene infine sconsolati ed assetati, scuotendo la testa".
     

    "Riuscirà il Comune – concludono – a riattivare quantomeno l’acqua al fontanello del pozzo in piazza Buondelmonti almeno prima della prossima Festa dell’Uva?".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...