spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / L’esercitazione di Protezione Civile a Tavarnuzze: 200 volontari da tutta l’area fiorentina

    Gestita e coordinata dalla Pubblica Assistenza di Tavarnuzze con l'obiettivo primario di preparare e organizzare risorse umane e materiali essenziali per affrontare situazioni di emergenza

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Anche il sindaco di Impruneta, Riccardo Lazzerini, e la vicesindaca Laura Cioni, hanno partecipato oggi, sabato 20 aprile, insieme a oltre 200 volontari aderenti all’ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) provenienti dalla zona fiorentina, all’esercitazione di zona per collaudare mezzi e procedure al servizio della protezione civile.

    L’iniziativa è stata gestita e coordinata dalla Pubblica Assistenza di Tavarnuzze con l’obiettivo primario di preparare e organizzare risorse umane e materiali essenziali per affrontare situazioni di emergenza.

    Era presente anche il responsabile regionale di protezione civile per ANPAS Toscana, Roberto Possiano.

    “Abbiamo svolto attività con isole formative che riguardano tutte le sezioni dei nostri interventi – ha spiegato – Dalla segreteria, all’utilizzazione dei mezzi, all’utilizzo delle motoseghe e delle idrovore, piuttosto che al montaggio delle tende”.

    Un dispiegamento di uomini e mezzi che ha colorato di arancione Tavarnuzze e zone limitrofe.

    E che ha dato grandissime soddisfazioni su tutti i fronti, sia dal punto di vista tecnico che per il coinvolgimento dei tanti volontari.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...