spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gabriele Franchi: “Approvata la mozione per aprire un bagno pubblico a Tavarnuzze”

    Lo dice il consigliere di opposizione (Cittadini Per Impruneta): "Negli spazi del Birillo nel giorno del mercoledì, per il mercato settimanale"

    IMPRUNETA – “Un piccolo passo verso un paese più civile è stato compiuto”.

    Lo annuncia il consigliere comunale di opposizione (del gruppo Cittadini Per Impruneta), Gabriele Franchi.

    Che ricorda che “nel consiglio comunale del 27 gennaio è stata approvata all’unanimità la mia mozione che chiedeva l’apertura del bagno pubblico nel Birillo di Tavarnuzze in occasione del mercato settimanale del mercoledì”.

    “Il testo – spiega Franchi – è passato con un emendamento sempre di mia firma, ma che raccoglie in realtà un’indicazione del sindaco che ha trovato parere favorevole tra i capigruppo”.

    “Il bagno – annuncia – sarà aperto solo al termine dello stato d’emergenza fissato ad oggi per il 31 marzo, o comunque quando l’amministrazione lo riterrà opportuno in base all’andamento dei contagi nel territorio”.

    “Mi piace sottolineare – tiene a dire uil consigliere di opposizione – il clima di collaborazione che c’è stato tra le forze politiche, e l’atteggiamento di apertura mostrato dalla giunta, a cominciare dal sindaco”.

    “Adesso – conclude Franchi – mi auguro che che i bagno possano essere aperti il prima possibile, e nella mia visione questo deve essere solo l’inizio di una progressiva e sempre più estesa riapertura dei bagni pubblici sia a Tavarnuzze che a Impruneta”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...