spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, a settembre torna la Festa dell’Uva… quella “vera”: i quattro rioni in piazza con carri e coreografie

    La data prevista è il 25 settembre. Completato anche il programma delle sagre rionali che avranno inizio a maggio. Nuova data per il Peposo Day, che sarà a novembre

    IMPRUNETA – La Festa dell’Uva di Impruneta si avvia verso il centenario.

    E finalmente, dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria, che per due anni l’ha vista rinviare (nel 2020 del tutto, nel 2021 si è svolta una edizione iper ridotta) a settembre tornerà nella sua versione completa, insieme ai consueti appuntamenti che la precedono.

    Giovedì 3 marzo infatti l’Ente Festa dell’Uva di Impruneta si è riunito in assemblea e ha approvato a voto unanime dei partecipanti e rappresentanti dei quattro rioni, il programma di massima 2022.

    Si confermano, dopo uno stop causa Covid di due anni, le quattro “sagre rionali” che prenderanno inizio nel mese di maggio in successione.

    • Sagra della Ficattola (rione delle Sante Marie): 5-6-7-8 maggio e 12-13-14-15 maggio

    • Nizzano Green Festival (rione del Pallò): 19-20-21-22 maggio e 26-27-28-29 maggio

    • Festa della Pizza (rione delle Fornaci): 9-10-11-12 giugno e 16-17-18-19 giugno

    • Festa della Birra (rione Sant’Antonio): 23-24-25-26 giugno e 30 giugno-1-2-3 luglio

    La 96esima Festa dell’Uva tornerà in forma completa, con carri e coreografie in piazza Buondelmonti, domenica 25 settembre.

    “Saranno diversi gli appuntamenti che dettaglieremo nella conferenza stampa prevista per sabato 23 luglio – sottolinea Riccardo Lazzerini, presidente Ente Festa dell’Uva – Possiamo anticipare già da adesso la conferma dell’Etichetta d’Autore, giunta alla 37esima edizione e l’inaugurazione del nuovo “Parco Museale”, adiacente all’attuale Museo della Festa dell’Uva in piazza Buondelmonti”.

    “Mi auguro che quest’anno si riesca a svolgere la Festa nel migliore dei modi, e rivivere il clima e lo spettacolo che ci ha accompagnato fino al 2019″ dichiara il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei.

    “Non bastava la pandemia – rimarca – Adesso anche questo clima di incertezza dovuto alla guerra. Ma lo spirito positivo oggi ci deve far rientrare nei binari giusti per portare avanti quella “normalità perduta”. Noi ce la metteremo tutta come sempre”.

    Tra le novità anche quella legata allo spostamento del Peposo Day, la sfida gastronomica tra rioni che celebra il piatto tradizionale di Impruneta, al mese di novembre.

    L’obiettivo è, dicono sempre dall’Ente Festa dell’Uva, quello “di valorizzare ulteriormente la manifestazione, unica nel suo genere, e che merita un palcoscenico logistico e mediatico speciale”.

    Peposo Day 2021, il presidente di giuria Dario Cecchini intento all’assaggio

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...