spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta: “Oltre 215mila euro per il progetto di piazza Buondelmonti. Morto e sepolto, il Pd lo riesuma: vergogna!”

    Consiglieri comunali di opposizione all'attacco al mercato del sabato: "Invece di fare le normali manutenzioni dei marciapiedi e piazze si continua con lo sperpero di denaro pubblico"

    IMPRUNETA – “E’ veramente incredibile che il progetto preliminare di piazza
    Buondelmonti, dopo essere stato accantonato per 9 anni, sia riesumato”.

    Lo dicono (e lo scrivono in un volantino, oltre che in un manifesto affisso in bacheca) i consiglieri di opposizione di Impruneta (Gabriele Franchi, Matteo Zoppini, Chiara Innocenti, Roberto Viti, Flavia Maurri).

    Alcuni dei quali nella mattina di oggi, sabato 19 novembre, hanno fatto volantinaggio proprio in quella piazza, nel giorno del mercato settimanale.

    “Questo – rimarcano – accade perché, nel consiglio comunale del 31 ottobre è stata accolta la richiesta del segretario del Pd Impruneta Centro, che ha presentato delle osservazioni in merito, nell’ambito del Piano Strutturale”.

    “Sono castronerie – accusano – le indicazioni contenute in questo progetto. Ne riportiamo due. La piazza non è più convessa ma diventa concava perché l’idea progettuale di Claudio Parmiggiani (l’artista che insieme con lo Studio Canali ha vinto il Concorso internazionale del 2006), è la seguente: Piazza significa luogo di raccolta di una comunità, cuore pulsante, alveo, palmo di una mano materna, forma concava e non convessa. Il concavo offre, accoglie riunisce“.

    “Ma per realizzare questa castroneria – proseguono – se ne deve fare un’altra: abbassare il pozzo!”.

    “Per questo – specificano – il progetto prevede che si seghi il pozzo alla base, lo si sposti momentaneamente da una parte, si demolisca il basamento attuale e lo si ricostruisca a una quota più bassa di un metro, riposizionandoci sopra il pozzo”.

    “Una cosa del genere – commentano ironici – à stata fatta ad Abu Simbel dove i templi di Ramsete II e Nefertari sono stati segati per ottenere dei blocchi che sono stati smontati e poi rimontati altrove”.

    “Siamo certi – argomentano – che cose del genere non saranno mai realizzate, ma siamo sconcertati che siano riproposte. Il nostro centro storico cade letteralmente a pezzi, da via Vanni a piazza Accursio: per riqualificarlo servono interventi semplici e immediati, non costose e folli utopie che ci trasciniamo dietro da 27 anni”.

    “Vergogna – c’è scritto, infine, nel manifesto affisso nella bacheca in via Paolieri – Dal 1995 al 2011 il Comune ha speso inutilmente 215.415 euro per il progetto preliminare di piazza Buondelmonti. Adesso il Pd di Impruneta lo ripropone nel Piano Strutturale. Invece di fare le
    normali manutenzioni dei marciapiedi e piazze si continua con lo sperpero di denaro pubblico”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua