spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, quasi 400 persone al Cinema Buondelmonti per il confronto fra i tre candidati a sindaco

    Organizzato dal Gazzettino del Chianti e moderato dal direttore Matteo Pucci, ha messo di fronte Matteo Zoppini (Voltiamo Pagina); Matteo Aramini (Impruneta Futura); Riccardo Lazzerini (Impruneta Rip@rti)

    IMPRUNETA – Quasi 400 persone ieri sera, lunedì 8 maggio, al Cinema Buondelmonti di Impruneta, per il confronto fra i tre candidati a sindaco che si affronteranno domenica 14 e lunedì 15 alle elezioni amministrative di Impruneta.

    Il dibattito, organizzato dal Gazzettino del Chianti e moderato dal direttore Matteo Pucci, ha messo di fronte Matteo Zoppini (Voltiamo Pagina); Matteo Aramini (Impruneta Futura); Riccardo Lazzerini (Impruneta Rip@arti).

    Sette domande, che vi riportiamo qui di seguito, e risposte con minuti contingentati. Possibilità di tre repliche e appello al voto finale.

    Queste le domande.

    • Come si è configurata la sua candidatura a sindaco di Impruneta, perché ha deciso di accettare e cosa pensa di portare “in dote” ai cittadini imprunetini.

    • Martedì 16 maggio, lei è appena stato eletto primo cittadino di Impruneta: come si aspetta di trovare la situazione “in Comune” (anche dal punto di vista finanziario e di personale) e quale la lista delle TRE priorità da affrontare immediatamente, nei primi TRE mesi, alla guida dell’amministrazione comunale.

    • Urbanistica: è stato approvato il nuovo Piano Strutturale, ma i passi successivi sono stati demandati a chi verrà, ovvero nuovo sindaco, nuova giunta, nuovo consiglio comunale. Come valuta il percorso fatto per il Piano Strutturale e quale la sua visione dello sviluppo urbanistico di Impruneta. In questo contesto, il progetto del polo scolastico ai Sassi Neri non si è mai concretizzato: quale quindi il futuro che voi “disegnate” per i plessi scolastici imprunetini?

    • Capitolo frazioni, opere pubbliche e centri storici: ci indichi, dal suo/vostro punto di vista (e, ovviamente, realisticamente), le opere pubbliche da realizzare assolutamente nel più breve tempo possibile, fra capoluogo e frazioni. E quale la sua/vostra idea per il futuro di piazza Buondelmonti, dell’immobile in Barazzina, dell’ex Stazione a Tavarnuzze.

    • Rapporto con i comuni vicini: sul versante Greve in Chianti-Barberino Tavarnelle-San Casciano l’Unione Comunale del Chianti fiorentino è da anni una realtà consolidata. Impruneta ha provato qualcosa del genere con Bagno a Ripoli, ma poi il percorso si è chiuso: quale deve essere dal vostro punto di vista il futuro di Impruneta in questo senso?

    • Sociale e sanitario, povertà e necessità di sostegno (per le famiglie, per gli anziani, per le diverse abilità): quale, da questo punto di vista, lo stato di salute dei cittadini di Impruneta? E come intendete indirizzare le vostre scelte in questo ambito così delicato.

    • Cosa può fare un Comune per sostenere lo sviluppo economico locale, il commercio, il turismo: in sostanza, anche il lavoro. E cosa proponete in questo senso.

    • Appello al voto finale: votate me e la nostra lista perché…

    Potete vedere le risposte alle domande nella registrazione del dibattito, che trovate nel video qui sotto.

    Sicuramente è stata una bella serata di democrazia, con grande partecipazione da parte dei cittadini e impegno da parte dei tre candidati sindaco.

    Ricordiamo che si vota a Impruneta tutto il giorno domenica 14 maggio e fino alle 15 lunedì 15 maggio.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...