spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta: rischia di soffocare con un boccone, salvato dall’intervento del barista

    E' accaduto ieri al Caffè Incontro, in piazza Accursio da Bagnolo: decisivo l'intervento di Gianni Cardi, che ha praticato la manovra di Heimlich

    IMPRUNETA – Il destino a volte si compie in modi incredibili. E il confine fra il sollievo e il dramma è tutto nella casualità, nella fortuna, nell’incontrare la persona giusta lungo il tuo cammino.

    Ora di pranzo di ieri, lunedì 22 novembre, sul tardi: alle 14.30. Saletta interna del Caffè Incontro, in piazza Accursio da Bagnolo a Impruneta.

    Un cliente abituale sta pranzando, quando a un certo punto qualcosa non va. Un boccone appena mandato giù gli sta ostruendo le vie aeree.

    Cerca di bere, ma non riesce. Cerca di andare verso il bagno. Ma poi si accascia.

    I vicini di tavolo capiscono subito che sta succedendo qualcosa di grave. E chiamano chi in quel momento è dietro al bancone del bar. E cercano anche di far uscire quel boccone in qualche modo, ma senza esito.

    Al bancone ci sono una ragazza, alla cassa, e Gianni Cardi, barista con tantissimi anni di esperienza: “Chiamate un’ambulanza!” dicono dalla saletta.

    Siamo in piazza Nova peraltro, e la sede della Misericordia di Impruneta è esattamente sull’altro lato.

    Ma non c’è davvero un attimo da perdere: “Ho capito subito cosa era successo, ho visto quest’uomo disteso, praticamente svenuto” ci racconta Gianni.

    Al che, e anche qui il destino è segnato in modo positivo, la mente del barista va subito a quanto imparato al corso BLS della Misericordia. E, poi, a quello BLSD con l’associazione Cecchini Cuore.

    Lo cinge dalle spalle e effettua la manovra di Heimlich. Che riesce, e il boccone esce dalla bocca dell’uomo. Che ricomincia a respirare. L’intervento è riuscito, il pericolo è scampato.

    “Ringrazio la Misericordia di Impruneta – tiene a dire Gianni in conclusione – che mi ha insegnato il corso BLS di base, e l’associazione Cecchini Cuore che ci ha fatto i corsi BLSD. E che ci hanno sempre detto che l’80% dei casi respiratori si possono salvare se si sa quel che si deve fare. Sono davverto manovra che dovremmo imparare a fare tutti”.

    PS: oggi, martedì 23 novembre, un uomo è morto a Livorno mentre pranzava al ristorante. Per un boccone andato di traverso.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...