spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta, Salvatore Magazzini firma la 38esima Etichetta D’Autore della Festa dell’Uva

    Presentata in occasione dell'inaugurazione della personale del pittore, presso il Museo Festa dell'Uva in piazza Buondelmonti

    IMPRUNETA – E’ stata presentata ieri mattina, domenica 10 settembre, presso il Museo Festa dell’Uva di Impruneta, la 38esima Etichetta D’Autore realizzata dal Maestro Salvatore Magazzini.

    Accanto all’etichetta, anche la coppa in cotto imprunetino dall’artigiano Andrea Pesci, che andrà al rione vincitore della 97esima edizione della Festa dell’Uva.

    Alla presentazione erano presenti, insieme ad i due autori, il presidente dell’Ente Festa dell’Uva Filippo Venturi, il sindaco di Impruneta Riccardo Lazzerini.

    Con loro i presidenti dei quattro rioni: Laura Bagni per il rione Sante Marie, Fabio Popolizio per il rione Pallò, Nicola Nidiaci per il rione delle Fornaci e Giovanni Poggini per il rione Sant’Antonio.

    L’opera di Magazzini, realizzata con la tecnica ad olio su tela, raffigura il golfo di Baratti con l’uva in primo piano, qui l’artista esprime il proprio amore per il mediterraneo, per la luce ed il colore dei Paesi che condividono le sue coste.

    La personale dell’artista “Mauritania e….” a cura di Tullio Del Bravo è composta da 38 opere, lavori che riflettono i colori accesi della costa sud del Mediterraneo, un percorso che ha accompagnato l’artista nella ricerca delle proprie radici (la famiglia come tutti gli italiani li residenti fu espulsa dalla Libia).

    Immagini  sintetiche, ma che trasmettono quel realismo e visioni che attraverso la passionalità  dell’artista, ci mostrano paesaggi reali e definiti anche nei dettagli.

    “Il Golfo di Baratti è nel mio cuore, a quel luogo li sono legati i ricordi più intimi della mia infanzia. Quando mi hanno chiesto di realizzare la 38esima Etichetta D’Autore per me è stato stato naturale attingere a quelle atmosfere che da sempre sono legate a me” dice Salvatore Magazzini.

    “Ad Impruneta – dichiarano il presidente dell’Ente Festa dell’Uva Filippo Venturi e il sindaco di Impruneta Riccardo Lazzerini – vino e arte sono legati in uno splendido connubio, che ogni anno celebra la creatività ed il lavoro di artisti di fama nazionale ed internazionale”.

    “Con piacere – aggiungono – annunciamo che abbiamo avviato la candidatura della Festa dell’Uva a Patrimonio Culturale Immateriale Unesco. Il ricco programma della 97esima Festa dell’Uva di Impruneta prosegue fino al prossimo 7 ottobre, con un calendario di appuntamenti legati alla cultura, all’arte ed al buongusto”.

    L’elenco degli artisti che hanno realizzato l’etichetta d’ autore a partire dal 1986 ad oggi è a dir poco ricco.

    1986 Pietro Annigoni; 1987 Renzo Grazzini; 1988 Silvio Loffredo; 1989, Enzo Faraoni; 1990 Franco Messina; 1991 Silvestro Pistolesi; 1992 Romano Stefanelli; 1993 Pietro Signorelli; 1994 Alessandro Amoroso; 1995 Italo Pettinato; 1996 Paolo Frosecchi; 1997 Luca Alinari; 1998 Tonino Caputo; 1999 Raffaele Del Savio; 2000 Mario D’Elia; 2001 Roberto Masi; 2002 Giuseppe Ciccia; 2003 Renato Martens; 2004 Marcello Guasti; 2005, Jean Michel Folon; 2007 Francesco Nesi; 2008 Sergio Scatizzi; 2009 Giampaolo Talani; 2010 Giuliano Ghelli; 2011 Antonio Ciccone; 2012 Rocco Normanno; 2013 Anna Di Volo; 2014 Giovanni Maranghi; 2015 Danilo Fusi; 2016 Vieri Torelli; 2017 Daniele Leone; 2018, Elisabetta Rogai; 2019 Fuad Aziz; 2020 Silvia Serafini; 2021 Luciano Pasquini; 2022 Roberto Panichi; 2023 Salvatore Magazzini

    L’artista: Salvatore Magazzini

    Salvatore Magazzini è nato il 28 Febbraio 1955 a Pistoia, dove vive e lavora. Espone dal 1969, è presente in importanti collezioni estere: Svizzera, Francia, Stati Uniti, Germania, Giappone e Marocco, Colombia. Dal 1991 è inserito nel catalogo internazionale di grafica “PRANDI” di: Reggio Emilia e nelle piu’ importanti aste italiane: Pace Milano; Pananti Firenze; Fidesarte Venezia; Finarte, Milano; Finarte, Roma; Farsetti Prato, Meeting art Vercelli, Pandolfini Firenze. Dal 1994 è presente all'”Arte Fiera” di Bologna ( nel 1995 con una sala personale). Nel 1998 mostra antologica a palazzo comunale di Pistoia.

    “La pittura di Magazzini mi sorprende come una pagina familiare eppure imprevista. Egli può, come pochi altri pittori novecenteschi che l’hanno preceduto, abbinare visione e solidità. E infatti mi guardo con un concreto piacere questi paesaggi saldamente impiantati nella loro sostanza e nell’attenzione e nell’immaginazione congiunta dell’artista che opera a trasformarli. A trasformarli in se stessi, senza tradirli. Così anche noi li sentiamo più reali della frammentaria realtà, a cui sono stati sottratti. Un’arte pulita, ferma, convincente”. Mario Luzzi

    La personale di pittura del Maestro Magazzini, “Mauritania e….”, è visitabile dal mercoledì al venerdì in orario 20-22, il sabato mattina dalle ore 9 alle 12 e su appuntamento telefonando al numero 3703652730.

    Lo speciale sull’evento di presentazione, a cura del giornalista Fabrizio Borghini, sarà trasmesso da Italia 7 giovedì 14 settembre alle ore 20.25.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...