spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta verso la Festa dell’Uva: il programma del weekend 16, 17 e 18 settembre

    Ci si avvicina verso la domenica fatidica del 2 ottobre con un altro week end lungo ricco di appuntamenti dedicati all'arte, alla cultura ed al buon vino

    IMPRUNETA – Ricco di appuntamenti legati alla cultura, all’arte ed alla buona musica il prossimo week end ad Impruneta: entra infatti nel vivo il ricco programma di eventi di avvicinamento alla 96ª Festa dell’Uva, che si terrà in piazza Buondelmonti domenica 2 ottobre.

    “Voglio ringraziare le moltissime associazioni del territorio che in questo anno di ripartenza, si sono impegnate senza riserve, organizzando una serie di appuntamenti di grande rilievo artistico e culturale” dichiara Riccardo Lazzerini, presidente Ente Festa dell’Uva.

    “Nel prossimo week end a Impruneta – anticipa – la musica si fonderà con l’arte ed il vino, in un connubio di emozioni per tutti i gusti”.

    Ed eccolo, allora, il programma completo.

    Venerdì 16 settembre

    Dalle ore 19, “Impruneta, la Terracotta e il Vino “; degustazione guidata da sommelier FISAR Firenze di 6 vini prodotti in anfora a cura della casa del popolo di Impruneta (via della Croce 39).

    Sabato 17 settembre

    Dalle ore 21, presso la terrazza della casa del popolo di Impruneta, Ian Svenonius – Escape-ism dal vivo! previsto apericena e selezione musicale in collaborazione con La Chute associazione culturale.

    Ian Svenonius, icona della controcultura e dell’underground di Washington D.C., marxista eretico e musicista (Nation of Ulysses, The Make-Up, Chain And The Gang) è anche autore di libri di culto come “The Psychic Soviet”, “Supernatural Strategies for Making a Rock’n’Roll Group” e “Censorship Now!”, tradotto e pubblicato anche in Italia (Concerto : Intero 10 Euro / Ridotto tessera arci 8 Euro, Apericena : 10 Euro).

    Sabato 17 e domenica 18 settembre

    Tutto il giorno Torneo di solidarietà rionale, Giornate di Donazioni del Sangue organizzate dal Gruppo Fratres di Impruneta in collaborazione con i rioni presso il Poliambulatorio della Misericordia di Impruneta.

    Sabato 17 settembre

    Dalle ore 17, il Gruppo di Arte Contemporanea ” Seven Art”, Mauro Baroncini, Filippo Benci, Cristina Falcini, Susi La Rosa, Elena Migliorini, Diana Polo, Carlo Tesori, espone presso la Galleria IAC-Impruneta Arte Contemporanea, via della Croce 41 (inaugurazione sabato 17 settembre, ore 17, ingresso libero).

    Domenica 18 settembre

    Dalle ore 10, intitolazione della Saletta “Cimeli ed Etichette D’Autore” alla memoria di Luca Gasparri, ex presidente dell’Ente Festa dell’Uva ed ex presidente del rione del Pallò.

    # Museo Festa dell’Uva di Impruneta: domenica intitolazione di una saletta alla memoria di Luca Gasparri

    Dalle ore 11, inaugurazione del “Parco Museale” del Museo della Festa dell’Uva.

    Nell’occasione saranno mostrate le istallazioni permanenti degli artisti Gianni Bandinelli, Francesco Battaglini, Franco Berretti, Roberto Coccoloni, Silvia Fossati, Ignazio Fresu, Fiorella Noci, Marco Orsucci, Silvano Porcinai, Giuseppe Procopio, Luigi Mariani, Antonella Andrei, Maurizio Biagi che sono state realizzate presso le Fornaci Storiche di Impruneta CAT in collaborazione con l’Associazione Art Art.

    A seguire, nel “Parco Museale”, animazione estemporanea dal titolo “Il Muro”, a cura di Imago Lab ets-aps , animazione per bambini da 4 a 10 anni, liberamente tratta dal racconto di Giancarlo Macrì e Carolina Zanotti: “Gli uomini costruiscono troppi muri e non abbastanza ponti” (Joseph Fort Newton).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...