spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Invisibile agli occhi”: focus su lavoro e salute (al femminile) nell’era della pandemia

    Un incontro pubblico con gli esperti sabato 27 novembre alla Fornace Agresti di Impruneta: medici, avvocate, docenti universitarie, giornaliste, esponenti politici

    IMPRUNETA – Un focus sul mondo del lavoro e della salute al femminile nell’era della pandemia, visto dagli uomini e dalle donne, con gli occhi del cuore, le mani del lavoro, la testa della scienza.

    “Invisibile agli occhi, l’essenziale degli uomini e delle donne” è il titolo della prima edizione di un evento pubblico, in programma sabato 27 novembre alle ore 16 nella prestigiosa cornice della Fornace Agresti di Impruneta, ideato e organizzato dal Tavolo Politiche di Genere della Toscana.

    Nato oltre un anno fa come esperienza intercomunale permanente, unica realtà in Toscana, il Tavolo, costituito da cinque comuni di area fiorentina (Impruneta, Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, San Casciano) e tutte le organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil), si propone di offrire un approfondimento sulle questioni di genere relative alla sfera pubblica e privata della donna.

    Al centro dell’evento, aperto al dibattito e al coinvolgimento del pubblico, due aree portanti nel percorso della vita di una donna: il lavoro e la salute.

    Con la partecipazione di un nutrito gruppo di esperte ed esperti, tra cui medici, avvocate, docenti universitari, giornalisti, esponenti politici, amministratori comunali e rappresentanti sindacali, i riflettori dell’iniziativa saranno puntati su temi ed argomenti tratti dal campo della medicina di genere e dell’occupazione femminile con uno sguardo particolare rivolto alla parità salariale, alle molestie e alle violenze fisiche, economiche e psicologiche negli ambienti di lavoro e tra le mura di casa.

    “L’occasione di confronto sarà fondamentale per mettere l’accento sull’approccio di genere nella sanità – dichiarano i promotori – nelle quattro aree d’intervento previste dalla legge, ovvero i percorsi clinici di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, la ricerca e l’innovazione, la formazione e la comunicazione”. 

    “Nel corso dell’incontro – proseguono – presenteremo i risultati di un questionario digitale che abbiamo lanciato in tempo di pandemia sull’impatto che l’emergenza sanitaria, sociale, economica e psicologica, ha avuto sul mondo femminile al quale hanno risposto centinaia di donne residenti nei cinque comuni interessati dal tavolo”.

    L’iniziativa permetterà inoltre di fare il punto sui temi focalizzati anche attraverso intensi momenti teatrali che fanno leva sulle testimonianze e si ispirano alle storie vere di alcune donne del territorio, presenti all’incontro, che hanno sofferto a causa di prevaricazioni maschili e hanno subito molestie nei luoghi di lavoro.

    L’iniziativa si avvale della partecipazione di diverse relatrici e relatori e vede quali ospiti d’eccezione la senatrice Paola Boldrini, nonché vice presidente Commissione Igiene Sanità del Senato e prima firmataria della legge sulla Medicina di genere, la professoressa Fulvia Signani, prima e unica docente italiana con cattedra in Sociologia di genere, l’avvocata Antonella Ninci, presidente nazionale del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, la dottoressa Mojgan Azadegan, responsabile del Centro di coordinamento regionale per la Salute e la Medicina di Genere, le giornaliste Ilaria Bonuccelli (Il Tirreno) e Manuela Plastina (La Nazione).

    Interverranno a presentare e sottolineare la costituzione del Tavolo, gli obiettivi programmatici e le azioni realizzate e da attuare, l’assessore di Impruneta Laura Cioni, il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi, le rappresentanti sindacali Laura Scalia, responsabile Cgil Chianti e Maria Grazia Viganò, responsabile FNP Cisl Chianti. A chiudere l’iniziativa l’intervento conclusivo a cura dei sindaci dei comuni promotori, Alessio Calamandrei, Roberto Ciappi, Paolo Sottani, Francesco Casini, David Baroncelli. Al termine sarà offerto a tutti i partecipanti un piccolo buffet.

    Gli interventi saranno intercalati da pillole di storie di vita vera, letture e performances teatrali con la partecipazione di drammaturghi, scrittrici, registi, attrici e attori del territorio.

    ll testo “Il dolore dietro la vetrina”, scritto per l’occasione dal giovane autore Giacomo Cassetta, sarà interpretatodall’attrice di Arca Azzurra Lucia Socci, al testo “Respiro” di Anna Brancaccio darà voce e anima l’abilitàdell’attrice Rossana Gay.

    Il terzo e ultimo intervento performativo è “Pari o dispari”, prodotto da Teatro Riflesso, per la regia di Alessandro Scavone.

    In scena gli allievi del secondo anno Stefania Castorina, Eleonora Morandi, Giovanni Fontani, Giovanni Maggi, Alessandro Santini, Silvia Ciappi, Elisa Orlando, Beatrice Bigazzi, Agnese Conforti.

    Ingresso libero tramite Green Pass. E’ consigliata la prenotazione ai numeri 0558256235, 3351601893.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...