spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lettera aperta di Laura Cioni (Il Coraggio di Cambiare) all’esponente del Pd imprunetino

    IMPRUNETA – Neanche l'imminenza delle feste di Natale stempera il dibattito politico a Impruneta. Dopo la lettera aperta di Stefano Bellacci (Pd) che ha annunciato "urbi et orbi" la mancanza di condizioni per accordi con Il Coraggio di Cambiare (clicca qui per leggerla), ecco che arriva la replica di Laura Cioni.

     

    Candidata in consiglio comunale per Il Coraggio di Cambiare (sarebbe stata, nel caso di vittoria, il vicesindaco di Riccardo Lazzerini), rimasta fuori per pochi voti, è stata da poco nominata nel consiglio d'amministrazione dell'Opera Pia Vanni.

     

    Scrivo questa lettera, perché mi sono sentita chiamare in causa dalle parole di Stefano Bellacci e per dire una cosa semplice e fondamentale: nel Coraggio di Cambiare oltre al nostro capogruppo Riccardo Lazzerini ed ai consiglieri Socci e Bressi, ci sono altre persone.

     

    Mi hanno sempre fatto sorridere espressioni colorite su di noi, vedi tempo fa: "siete una macedonia", ma quando si chiama in causa l’onestà intellettuale, serietà e coerenza nei confronti dei cittadini, allora vorrei dire qualcosa anch’io.

     

    Perché questi valori non sono scontati per noi, opposizione, e non devono esserlo neanche per chi, con un po' di presunzione, crede di essere sempre nel giusto.

     

    Non voglio fare né dietrologia né tantomeno una critica non costruttiva. A me basta aver vissuto alcuni momenti di questi primi sei mesi della nuova amministrazione per essere convinta di ciò che dico.

     

    Esempio fra tutti il consiglio comunale del 28 ottobre nel quale il vicesindaco chiede la responsabilità all’opposizione di sostenere la maggioranza sulla presa d’atto del piano unitario sul complesso immobiliare Villa De Larderel.

     

    E l'opposizione vota a favore: e subito dopo la stessa maggioranza non concedeva alcuna apertura sulla formulazione di un’unica mozione sui rifiuti zero (la mozione a firma del consigliere Socci è stata depositata il 15 luglio mentre quella a firma di Forconi depositata il 22 ottobre, ultimo giorno utile per la convocazione del consiglio avvenuto il giorno stesso prot. n. 22081).

     

    Non ho da aggiungere altri commenti, penso che saranno i fatti e le azioni di ciascuno di noi, sia di maggioranza che di opposizione, i veri testimoni di coloro che hanno a cuore il bene del nostro paese.

     

    Approfitto di questa occasione per augurare a tutti un Natale pieno di serenità.

     

    Laura Cioni

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...