domenica 7 Giugno 2020
Altre aree

    Memorial Day 2019, onore a chi ha versato sangue per noi. E 4 caccia in cielo

    FALCIANI (IMPRUNETA) – La novità della cerimonia commemorativa del Memorial Day 2019, lunedì 27 maggio al Cimitero Americano dei Falciani per ricordare il sacrificio dei militari americani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale, è stata il passaggio di quattro caccia F-16 americani.

    Il tutto mentre la Banda della Sesta Flotta, Marina Militare degli Stati Uniti d’America e la Fanfara dei Carabinieri di Firenze, suonavano gli inni nazionali italiano e americano.

    A seguire, le preghiere lette dal Cappellano del Comando Europeo degli Stati Uniti e dal rappresentante della Comunità Ebraica di Firenze; il Direttore del Cimitero Americano Angel M. Matos ha fatto il saluto di benvenuto.

    Subito dopo il Console Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze Benjamin V. Wohlauer ha letto la proclamazione Presidenziale, mentre sono intervenuti il Comandante del Comando Statunitense in Europa e Comandante Supremo delle Forze Alleate NATO in Europa il Generale Tod D. Wolters.

    Non è riuscita a trattenere l’emozione Kelly C. Degnan incaricato d’Affari a.i. Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e San Marino, quando ha reso omaggio ai 4.393 uomini e donne seppelliti e ai 1.409 nomi di dispersi elencati sulle targhe. Inoltre, ha ricordato che tra i sepolti nel cimitero vi sono tre soldati cui è stato assegnato il più alto riconoscimento militare degli Stati Uniti: la medaglia d’Onore.

    Al Sergente Roy Harmon della California che perse la vita nei pressi di Casaglia mentre stava salvando il suo plotone da un attacco tedesco; al Sergente George Keathely del Texas, che salvò decine di truppe americane dal fuoco tedesco, rimasto ucciso combattendo nei pressi di Monte Altuzzo; al Tenente Colonnello Addison Baker dell’Illinois, comandante di un gruppo di bombardieri il cui aereo fu abbattuto mentre conduceva una pericolosa missione in Romania.

    Ha terminato gli interventi il Generale di Divisione Pietro Tornabene Comandante dell’Istituto Geografico Militare di Firenze. Al termine della cerimonia sono state deposte le corone con l’esecuzione del “Silenzio”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Leggi anche...