spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Attivo il pagamento online per alcuni servizi del Comune di Impruneta

    Fra i pagamenti possibili: multe, asilo nido, sala per celebrazioni matrimoni e unioni civili...

    IMPRUNETA – Il Comune di Impruneta apre ai cittadini la possibilità di utilizzare la piattaforma della Regione Toscana IRIS per pagare online alcune tipologie di servizi.

     

    Gli utenti possono collegarsi al sito https://iris.rete.toscana.it/public/, sezione pagamenti spontanei e scegliere Comune di Impruneta dall'elenco, scegliere tra le otto tipologie di pagamento attivate. 

     

    – Pagamento Diritti di segreteria per alterazioni stradali

     

    – Pagamento preavvisi e verbali di accertamento per violazioni del codice della strada

     

    – Pagamento servizio asilo nido

     

    – Pagamento sala per celebrazione Matrimoni-Unioni civili

     

    – Pagamento retta trasporto scolastico

     

    – Pagamento Tosap permanente – ufficio tributi

     

    – Pagamento Tosap temporanea – ufficio PM- altre occupazioni

     

    – Pagamento Tosap temporanea – ufficio PM- per venditori ambulanti

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...