spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Presentata una petizione per chiedere modifiche al piano del mercato del sabato a Impruneta”

    "E' stata sottoscritta - dicono i promotori - da 108 cittadini, che richiedono che i 4 banchi previsti nella strada che attraversa piazza Buondelmonti siano posizionati altrove"

    IMPRUNETA – Due consiglieri comunali (Roberto Viti di Obbiettivo Comune e Gabriele Franchi di Cittadini Per Impruneta) e due privati cittadini (Alfredo Zacchei e Giany Tacconi) hanno presentato presso il Comune di Impruneta una petizione con la “richiesta di modificare la scheda del Piano del Commercio su aree pubbliche relativa al mercato del sabato a Impruneta”

    “E’ stata sottoscritta – dicono – da 108 cittadini che richiedono che nel Piano del Commercio su aree pubbliche sia cambiata la scheda relativa al mercato del sabato a Impruneta, e si preveda che i 4 banchi previsti nella strada che attraversa Piazza Buondelmonti siano posizionati altrove”.

    “Questi 108 cittadini – proseguono – sono una parte di chi maggiormente sarebbe penalizzato da questa chiusura e sono tutti residenti o domiciliati o svolgono attività lavorativa nelle vie Case e Croce (con i relativi vicoli) e via della Fonte”.

    “In questa petizione – rilanciano – viene chiesto alla giunta e ai consiglieri comunali di approvare una delibera che accolga le richieste. Questo può essere fatto facilmente perché ancora non è stata rilasciata nessuna nuova concessione per il mercato del sabato”.

    Viene ricordato come “una cosa del genere sia stata già fatta relativamente alla Fiera di San  Luca. Infatti, nel settembre del 2022 è stata approvata una delibera dal consiglio comunale che ha consentito di aumentare i banchi di generi alimentari, così come richiesto dai Sindacati degli ambulanti (sarebbero stati solamente 6 anziché 16)”.

    Viene citato inoltre l’art. 37 del Regolamento che disciplina il Piano del Commercio, “che prevede espressamente che lo spostamento dei mercati possa essere modificato per ragioni di pubblico interesse e viabilità”.

    “Sono stati allegati alla petizione – dicono ancora i promotori – 6 volantini distribuiti dal dicembre 2021 a oggi dove sono riportate le motivazioni relative alla sicurezza e al disagio che comporterebbe la chiusura della strada davanti al pozzo”.

    “Concludiamo – aggiungono infine – ricordando l’istanza presentata da 26 ambulanti nell’ottobre del 2022 e la petizione del dicembre 2021 sottoscritta da 35 attività economiche del capoluogo che richiedono la stessa cosa di questi 108 cittadini”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...