spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tutto il programma: fra pasta fritta e un “talent” show finale… da non perdere

    IMPRUNETA – Dieci anni e non li dimostra la Sagra della Ficattola organizzata dal rione delle Sante Marie, che inizia così la sua "preparazione" all'88esima edizione della Festa dell'Uva.

     

    Era infatti il primo fine settimana di maggio del 2005 quando all'angolo di piazza Accursio da Bagnolo, nella sede del rione, si incominciarono a friggere gli straccetti di pasta, serviti in un cartoccio: e anno dopo anno si è rinnovato questo squisito appuntamento.

     

    Tante novità per la decima edizione: le date restano invariate, ovvero i primi due settimana di Maggio (dal 3 all'11 maggio), ma proprio in questi week-end oltre ad assaporare le ficattole semplici o con  squisite farciture aggiunte negli anni, c'è un vero e proprio cartellone di cene ed eventi.

     

    Il venerdì e sabato infatti sarà possibile cenare sotto le tensostrutture con menù di carne grigliata oppure maialino, o ancora hot dog e piatti a base di ficattola, ma nei dopocena e nei pomeriggi potrete ascoltare ottima musica dal vivo, coverband, djset.

     

    E a conclusione della sagra, domenica 11 maggio alle 21.30, si terrà la prima edizione di “Piazza Nova Ghost Talent”, con dilettanti allo sbaraglio che si sottoporranno all'implacabile giudizio di una giuria e soprattutto agli applausi o ai fischi del pubblico.

     

    Per tutte le informazioni: Facebook “Sagra della ficattola Impruneta”. Prenotazioni cene e partecipazioni al Talent: 345/9474130.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...