spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Secondo elisoccorso Pegaso (da Grosseto) a Impruneta stamani mattina: ferito un motociclista

    Mattinata tremenda, con due de tre elisoccorsi della regione in servizio nella campagna imprunetina. In questo caso ferito un 22enne, portato in codice rosso all'ospedale di Careggi

    IMPRUNETA – Mattinata terribile quella di oggi, lunedì 21 giugno, a Impruneta.

    Dove sono stati ben due gli elicotteri della “pattuglia” regionale Pegaso (ne conta tre in tutto) a entrare in azione.

    Uno, partito dalla piazzola di Ponte a Niccheri (ospedale Santa Maria Annunziata), è atterratto nella zona del Borro dei Tre Fossati attorno alle 11.30.

    Per prendersi cura di una 15enne, portata poi in codice rosso all’ospedale di Careggi.

    # Elisoccorso Pegaso in volo su Impruneta: ragazza di 15 anni in codice rosso a Careggi

    Un secondo è stato invece fatto decollare da Grosseto, essendo occupato l’altro, per portare i soccorsi a un motociclista di 22 anni, rimasto ferito nella zona di San Gersolè (attorno alle 12.15).

    In questo caso si è trattato di un incidente stradale fra la moto e un altro mezzo.

    L’elicottero è riuscito ad atterrare in un campo a circa 500 metri dal luogo dell’incidente.

    In questo caso, sul posto erano presenti anche i carabinieri della Stazione di Impruneta, con il comandante Sandro Papa.

    Anche per il motociclista a San Gersolè, come purtroppo per la 15enne in zona Borro dei Tre Fossati, conseguenze serie in quanto a ferite riportate.

    Il 22enne è stato infatti trasportato in codice rosso presso l’ospedale di Careggi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...