spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riccardo Lazzerini: “Allo sfogo del sindaco manca solo una cosa. Le dimissioni”

    Il rappresentante del CDC sul clamoroso post del primo cittadino: "Diciamo no a ogni minaccia. Ma qui c'è incapacità totale"

    IMPRUNETA – "A margine di un post/sfogo di simile tenore, ci si aspettano ovvie dimissioni per incapacità politiche e amministrative!".

     

    E' lapidario il commento di Riccardo Lazzerini, consigliere comunale de Il Coraggio di Cambiare, in seguito alle clamorose accuse espresse dal sindaco Alessio Calamandrei, che sulla vicenda scuole ha rivelato di aver ricevuto minacce personali e familiari.

     

    "Al sindaco Alessio Calamandrei – precisa Lazzerini – al quale va tutta la mia solidarietà e sostegno per le "minacce ricevute in questi anni", a detta sua (e non ho nessun motivo per non credergli) riguardo a scelte fatte nell'ambito del "sistema scuola imprunetino". Tuttavia non posso assolutamente associarmi a scelte prese volutamente in "solitudine politica" e che, hanno veramente condizionato la vita dei singoli e delle famiglie".

     

    "Aver scelto di puntare su di un Campus Scolastico materna/elementare – rimarca – quando tutti ma proprio tutti conoscevano la situazione della scuola media di Impruneta (affitto compreso) è stata una scelta singolare ed incomprensibile!"

     

    "Se si aggiunge – dice ancora in conclusione – il fatto che niente di niente è stato fatto e che la chiusura di una scuola in condizioni di normalità la si fa con una scuola già realizzata (mi riferisco alla materna di via Roma) e non su progetti fantasiosi e ancora su carta, lontani dall'essere realizzati, non si capisce davvero chi possa essere il responsabile di questa situazione se non il sindaco stesso e i "giullari" dell'attuale maggioranza…".
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...