spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vicenda vicina alla fine: nei prossimi giorni lo sfratto da casa della ex badante

    Il 21 dicembre si dovrebbe chiudere una vicenda che ha amareggiato a fatto arrabbiare in tantissimi

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Mercoledì 21 dicembre dovrebbe essere un giorno in cui almeno una parte di ingiustizia verrà sanata.

     

    Un giorno in cui Lucia (la figlia, diversamente abile) e Rosetta (la mamma, anziana e malata), fuori dalla loro casa da mesi, per una incredibile occupazione da parte della ex badante, riavranno indietro le loro mura.

     

    Nessunno infatti si è dimenticato la vicenda di questa famiglia di Tavarnuzze, per la quale tanti cittadini sono scesi (letteralmente) in strada. Manifestando tutta la loro rabbia e amarezza per una situazione tanto ingiusta quanto incomprensibile.

     

    # ARTICOLO 3 / Casa di Rosetta e Lucia: l'ex badante dovrà uscire entro il 4 settembre

     

    # ARTICOLO 2 / Sfrattate dalla ex badante, tanti in piazza. Il 30 giugno organizzata una fiaccolata

     

    # ARTICOLO 1 / Rabbia, fischietti, fiaccole e slogan: tutta Tavarnuzze al fianco di Rosetta e Lucia

     

    # ARTICOLO / Mamma (anziana) e figlia (disabile) fuori di casa: è occupata dalla ex badante

     

    Approfittando di un'assenza per motivi di salute da casa infatti, la ex badante delle due donne aveva preso possesso dell'immobile. Un bambino di pochi mesi aveva poi ulteriormente complicato una situazione arrivata più volte alla soglia irreversibile della rabbia profonda.

     

    Nonostante la pronuncia del giudice, avvenuta il 4 agosto scorso, la casa è ancora occupata. Mercoledì 21 dicembre alle 9.30 arriveranno le forze dell'ordine, l'ufficiale giudiziario, avvocati, medico, il fabbro, per lo sfratto coatto. E probabilmente ci saranno anche molti tavarnuzzini.

     

    Nessuna volontà di "linciaggio", sia chiaro. E si spera che anche chi si recherà sul posto lo faccia con lo spirito di giustizia e di raggiungere un obiettivo di rispetto per due persone. Deboli e fragili.

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...