spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Autopalio: in direzione Firenze (prima della galleria di Tavarnuzze) altra chiusura in arrivo

    Dopo quella delle 9.30 ne servirà una seconda (dovrebbe durare circa mezzora) per consentire la rimozione definitiva del cantiere (e del "new jersey") sul cavalcavia di Tavarnuzze

    FIRENZE-SIENA – Come se non bastassero tutte le problematiche dovute ai cantieri sulla Firenze-Siena e sulla A1, attorno alle 9.30 è stata chiusa l’Autopalio, in direzione Firenze, prima della galleria della Vallombrosina.

    Il traffico è stato deviato dall’uscita di servizio sulla Cassia, con il conseguente congestionamento della viabilità locale (incolonnamenti arrivati fino al cimitero degli americani).

    Attorno alle 10.15 la Fi-Si è stata riaperta al passaggio dei mezzi.

    La chiusura è stata dovuta alla presenza di operai al “new jersey” di cemento posizionato dopo la galleria, sul cavalcavia di Tavarnuzze.

    Quello dal quale, sulla Cassia sottostante, alcune settimane fa caddero alcuni pezzi di cemento (a causa di un incidente, con un camion che aveva impattato il guard rail).

    E su cui è stata necessaria un’opera di ristrutturazione e messa in sicurezza. 

    La presenza di uomini e mezzi era dovuta alla rimozione del “new jersey” stesso, dal momento che il cantiere si è concluso: prima sono stati rimossi quattro blocchi, portati via dal camion.

    Nell’arco della mattinata sarà necessaria un’altra chiusura, approssimativamente come la prima in quanto a durata (venti minuti-mezzora), per rimuovere gli altri quattro blocchi.

    In quel lasso di tempo, l’Autopalio sarà di nuovo interrotta verso Firenze prima della galleria della Vallombrosina, con uscita obbligatoria al “cancello” di servizio sulla Cassia.

    Una volta terminata la seconda rimozione, la Fi-Si verrà riaperta al transito.

    E sul cavalcavia di Tavarnuzze non ci sarà più quel restringimento di carreggiata che, in queste settimane, ha rappresentato un altro problema allo scorrimento del traffico.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...