spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Appello per la pace da Greve in Chianti: “Nessuno di noi può rimanere in silenzio”

    "Chiediamo a tutti i cittadini di esprimere la loro contrarietà al conflitto armato e a qualsiasi azione che rischi di minare la convivenza pacifica fra tutte le comunità"

    La guerra in Ucraina non è più una minaccia ma una drammatica realtà. Siamo angosciati di fronte al rischio di una terribile tragedia per l’intero pianeta.

    L’Europa e il nostro Governo devono compiere ogni sforzo possibile e in tutte le sedi per fermare la guerra, negazione dell’umanità, e raggiungere una soluzione diplomatica immediata.

    Nel frattempo nessuno di noi può rimanere in silenzio.

    Chiediamo a tutti i cittadini di esprimere la loro contrarietà al conflitto armato e a qualsiasi azione che rischi di minare la convivenza pacifica fra tutte le comunità.

    Abbiamo il dovere di mobilitarci a sostegno di ogni iniziativa che sarà intrapresa per fermare il conflitto e invitiamo tutti i cittadini del nostro comune ad esporre fin da subito una bandiera di pace alla finestra delle nostre case.

    È un piccolo gesto collettivo e simbolico ma che, se condiviso da tanti, può avere una grande forza di denuncia e di speranza.

    Grazie a tutti coloro che vorranno esprimere il loro appello alla pace con qualsiasi modalità e grazie in particolare a chi, non solo in queste ore ma ogni giorno, lavora e si impegna per costruire la pace fra i paesi del mondo.

    Tutti coloro che vorranno sottoscrivere l’appello sono pregati di comunicarlo al seguente indirizzo: associazionetiravento@gmail.com

    Associazione culturale Tiravento
    Coordinamento Greve per la Pace
    Arci Casa del Popolo Greve
    Arci Casa del Popolo Panzano
    Presidio Libera contro le mafie di Greve
    SPI CGIL Greve e Strada
    Proloco Panzano
    Società Mutuo Soccorso Greve
    Biblioteca di Strada in Chianti
    Cooperativa Italia Nuova Greve e Panzano
    @RIPRODUZIONE RISERVATA

     

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...