spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Chianti, viabilità comunque al collasso senza intervenire con una… cura del ferro”

    "Una tramvia che da Scandicci percorra la valle della Greve fino al Galluzzo e la valle dell'Ema fino al capolinea della progettata tramvia di viale Europa..."

    Leggiamo che i sindaci del Chianti hanno avuto da Autostrade la possibilità di sedersi al tavolo di coordinamento per i lavori che impattano il territorio a sud di Firenze.

    Benissimo, ma a parte  il “partecipare” quale è il “peso” in una Società per Azioni dove gli Enti Locali non possiedono Azioni?

    # Cantieri A1, i sindaci del Chianti fiorentino entrano nel tavolo di coordinamento di Autostrade

    Forse la loro forza sta nel fatto che Autostrade l’ha ripresa lo Stato Italiano?

    Comunque sia il sistema viario intorno a Firenze è al massimo del traffico, quasi al collasso in certe ore.

    E qui mi torna in mente la “cura del ferro” che auspicava lo scomparso assessore regionale Riccardo Conti.

    Il trasporto su gomma venne favorito dalla costruzione dell’autostrada e dalle sorelline minori FI-SI e FI-PI-LI, in funzione anche delle grandi aziende meccaniche italiane che costruivano camion e pullman, a discapito della rete ferroviaria passata in second’ordine, fino alla costruzione della direttissima in funzione prevalentemente ad uso passeggeri.

    Anche lo smantellamento della rete dei filobus di Firenze avvenne in quel periodo, anni ’60,
    mettendo in circolazione in città bus a gasolio!

    In certe ore, sia l’A1 che le altre sono una muraglia di autotreni diretti in tutte le direzioni di marcia.

    Possibile che parte di questi carichi venga trasportato a mezzo ferrovia, e che le ferrovie vengano adeguate a questo  scopo oltre al trasporto veloce dei passeggeri?

    La tramvia di Firenze oltre alle polemiche iniziali (tutti noi siamo scettici alle novità) ha risolto il problema del traffico tra Scandicci e Firenze e alleggerito il traffico verso Careggi.

    Il nuovo tracciato verso Peretola è ancora presto da valutare… .

    Ora io lancio una proposta che a molti parrà irrealizzabile, ma riguarda le nostre zone a sud di Firenze; una tramvia che da Scandicci percorra la valle della Greve fino al Galluzzo e la valle dell’Ema fino al capolinea della progettata tramvia di viale Europa.

    In questo modo i territori del Chianti sarebbero collegati  velocemente a tutta la città e
    l’hinterland fiorentino.          

    R.B.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...