spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I Verdi per Impruneta: “Che fine ha fatto il cartello zona denuclearizzata?”

    "Il cartello rimosso venne collocato a seguito della deliberazione del consiglio Ccomunale l'1 marzo 1984, approvata a seguito della petizione popolare, con 1.470 firme"

    Facciamo seguito alla segnalazione pervenutaci, relativa al recente rifacimento della cartellonistica stradale collocata al confine del territorio del Comune di Impruneta, lungo la Strada “222 Chiantigiana”, poco dopo la loc. San Martino a Strada (provenendo da Grassina).

    Si rileva che nell’occasione risulta essere stato rimosso il cartello che riportata la dicitura “Comune di Impruneta – zona denuclearizzata – nuclear free zone”.

    Il cartello rimosso venne collocato a seguito della deliberazione del consiglio comunale n. 65 del 1 marzo 1984, approvata a seguito della petizione popolare, con 1.470 firme di adesione raccolte dal “Comitato per la Pace di Impruneta”, che chiedeva di dichiarare il Comune di Impruneta zona denuclearizzara.

    A seguito della deliberazione del consiglio Comunale furono quindi installati dal Comune diversi cartelli con la dicitura “Comune di Impruneta – zona denuclearizzata – nuclear free zone – deliberazione del consiglio comunale n. 65 del 1 marzo 1984”, collocati sia ai confini del territorio comunale sulle principali vie di accesso che in prossimità delle frazioni principali del Comune.

    Nel corso degli anni questa cartellonistica, è stata però poi via via rimossa, senza che peraltro ne siano state pubblicamente rese note le motivazioni.

    L’ultima “testimonianza” storica era quindi rimasta quella installata sulla Strada 222 Chiantigiana, presso San Martino a Strada.

    Si chiede pertanto, ai sensi dell’art.11 dello Statuto Comunale, di conoscere:

    a) Se la rimozione dei cartelli “Comune di Impruneta – zona denuclearizzata – nuclear free zone”, risulti effettuata a seguito di specifico provvedimento amministrativo (di cui, in tal caso, si richiede copia);

    b) Se il Comune ritenga opportuno reinstallare il cartello stradale, quantomeno sulla Strada 222 Chiantigiana, quale testimonianza storica e visiva della dichiarazione di “Comune di Impruneta – zona denuclearizzata”, a documentare e far conoscere l’impegno civile e politico dei cittadini che a suo tempo si mobilitarono per questo fine;

    c) Se il cartello rimosso sia comunque tuttora nella disponibilità del Comune di impruneta, e se l’ente comunale sia disponibile a cederlo, ed a quali condizioni economiche.

    I Verdi per Impruneta sono infatti anche disponibili ad acquisirlo, a titolo gratuito.

    Si ricorda, In proposito, che il Comune di Impruneta negli anni scorsi ha provveduto, senza alcun prevviso, a rimuovere (se “rottamata” non è stato mai comunicato) la bacheca dei Verdi per Impruneta, regolarmente autorizzata dall’ente comunale – fin dal 1990 – posta in piazza
    Buondelmonti, ma senza volerci poi riconoscere alcun indennizzo economico in merito.

    Verdi per Impruneta

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...