martedì 26 Gennaio 2021
Altre aree

    Una mamma: “Mensa scolastica a Impruneta: tariffe alle stelle e commissioni… anche”

    "Viviamo a Greve ma porto i miei tre figli a scuola nel comune di Impruneta. Lavoro lì e lì vivono i miei genitori. E da anni non possiamo neanche più usufruire dell'Isee, paghiamo 5,80 euro a pasto"

    Buongiorno, ho tre figli che vanno a scuola a Tavarnuzze, ma abitiamo a Greve in Chianti.

    Abbiamo scelto di mandarli a scuola lì perché io lavoro e, i miei genitori abitano, nel comune di Impruneta. Quindi ci è sembrata la scelta più logica.

    Per i primi anni, anche se non eravamo residenti, per la mensa potevamo usufruire dell’Isee: da quando c’è il sindaco attuale questo non è più possibile.

    Inoltre a gennaio 2020 è cambiata la società che fornisce la mensa e, quindi, anche le tariffe. Che sono andate alle stelle.

    Dal lockdown di marzo l’ufficio mensa, dove potevamo effettuare i pagamenti gratis, non ha più riaperto.

    E adesso siamo costretti a pagare, oltre alle tariffe, che sono tra le più alte tra i comuni limitrofi (5,80 euro a pasto), delle commissioni che vanno da 0,50 euro a 6,00 euro a figlio.

    Con l’ufficio chiuso infatti le uniche modalità di pagamento sono le seguenti.

    Per  i pagamenti con Coop le commissioni sono le stesse del passato, ovvero 1 euro per i non soci e 0,50 euro per i soci.

    # Critiche di una mamma ai costi mensa del Comune di Impruneta: la replica dell’assessore Merenda

    Per pagamenti presso ATM Intesa dovrebbero essere fissi a 1,10 euro.

    In merito ai pagamenti online la commissione è variabile a scaglioni a seconda dell’importo ricaricato, e va dagli 0,75 ai 6 euro.

    Ovviamente ogni bambino ha un suo codice e quindi per poter pagare la mensa devo fare tre pagamenti distinti.

    La trovo una cosa vergognosa, considerando il fatto che stiamo parlando di scuola dell’obbligo.

    Guendalina Mazzi 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...