spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ha 47 anni, è fiorentino ed era ubriaco l’uomo che ha distrutto la pensilina in piazza Zannoni

    Nel compiere l’atto ha attirato l’attenzione dei passanti, che non sono rimasti indifferenti e hanno allertato prontamente il 112 permettendo così di acciuffarlo

    SAN CASCIANO – Ha 47 anni, è fiorentino e già noto alle forze dell’ordine l’uomo che ieri era, martedì 28 luglio, ha distrutto la pensilina dell’autobus in piazza Zannoni.

    # Prende a calci (e distrugge) la pensilina degli autobus alla Stazione: uomo fermato dai carabinieri

    I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Scandicci lo hanno denunciato in stato di libertà per aver danneggiato la struttura in piazzale Aldo Moro, a San Casciano, in quella che è conosciuta come la Stazione.

    Ieri sera l’uomo, già noto alle forze dell’ordine e in stato di ebrezza alcolica, ha preso a calci e pugni per futili motivi la pensilina, danneggiandola irreparabilmente.

    Nel compiere l’atto ha attirato l’attenzione dei passanti che non sono rimasti indifferenti e hanno allertato prontamente il 112 permettendo così ai militari intervenuti di rintracciarlo.

    E procedere al suo deferimento in stato di libertà.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...