spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prende a calci (e distrugge) la pensilina degli autobus alla Stazione: uomo fermato dai carabinieri

    "Ero in auto - racconta un passante - quando ho visto l’uomo che prendeva a calci i vetri; l’istinto è stato di chiudermi dentro e chiamare i carabinieri"

    SAN CASCIANO – Un uomo ha preso a calci i vetri della pensilina dei mezzi pubblici, per poi darsi alla fuga.

    E’ accaduto in piazza Zannoni (conosciuta dai sancascianesi come la Stazione), intorno alle 20 di martedì 28 luglio.

    “Ero in auto – racconta un passante – quando ho visto l’uomo che prendeva a calci i vetri; l’istinto è stato di chiudermi dentro e chiamare i carabinieri”.

    “Poi – racconta ancora – ha proseguito in direzione Firenze. lungo la via Cassia. prendendo a pedate anche i sacchetti dell’immondizia lasciati fuori per la raccolta porta a porta”.

    # Ha 47 anni, è fiorentino ed era ubriaco l’uomo che ha distrutto la pensilina in piazza Zannoni

    L’uomo però è riuscito a fare poca strada. I carabinieri della Stazione di San Casciano, insieme con una pattuglia della Compagnia di Scandicci, l’hanno individuato e fermato.

    I volontari de La Racchetta di San Casciano sono invece stati chiamati per mettere in sicurezza la pensilina, poiché una grossa lastra di vetro e alcuni pezzi erano sparsi sul marciapiede antistante.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...