spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ancora un evento in laboratorio con degustazione dai Fratelli Rigacci: domenica 26 marzo le uova di Pasqua!

    "Le Uova dei Fratelli Rigacci". Si presentano i gusti delle nuove Uova di Pasqua: Pistacchio; Nocciola; Rocher; Millecolori; Latte Bianco Fondente...

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Prosegue il percorso di avvicinamento alla Pasqua, pieno di sorprese e delizie, dai Fratelli Rigacci, in via Pablo Picasso 14, nella zona artigianale di Cerbaia (San Casciano).

    Dopo l’apertura ufficiale del negozio in laboratorio, dove ormai potete recarvi da due settimane, l’open day dedicato alle Colombe pasquali e l’evento in laboratorio (sempre dedicato alle Colombe) di domenica scorsa, stavolta tocca alle uova di Pasqua.

    Domenica 26 marzo, dalle 9 in poi, evento in laboratorio e degustazione: “Le Uova dei Fratelli Rigacci”.

    I Fratelli Rigacci presentano i gusti delle nuove Uova di Pasqua: Pistacchio; Nocciola; Rocher; Millecolori; Latte Bianco Fondente; Tutti i tipi di cioccolato.

    E c’è ovviamente, la possibilità di personalizzare la sorpresa.

    Per tutte le informazioni per poter partecipare, chiamate pure il 3396700390. Mail info@fratellirigacci.it. Li trovate zona artigianale di Cerbaia (via Pablo Picasso 14).

    Se invece volete già fare “un giro” nel gusto e nella meraviglia (e si può anche acquistare online): https://fratellirigacci.it/.

    Qui invece la pagina Facebook dei Fratelli Rigacci.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...