spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cambia il vento mentre è in volo: e la mongolfiera atterra accanto alla Pieve di Decimo

    A bordo otto turisti statunitensi: atterraggio agevolato anche da alcuni operai al lavoro lungo la strada

    SAN CASCIANO – Atterraggio inconsueto per una mongolfiera questa nella mattina, giovedì 23 maggio, poco dopo le 8 davanti alla Pieve di Santa Cecilia a Decimo.

     

    Otto i turisti statunitensi che alle prime luci dell’alba hanno deciso di sorvolare il Chianti. Arrivati sopra San Casciano però il vento è cambiato. Il pilota, esperto di queste situazioni, ha deciso così di effettuare un atterraggio in sicurezza.

     

     

    La scelta è caduta sul piazzale della Pieve di Decimo. Sembrava procedere tutto per il meglio, quando però la mongolfiera ha iniziato a scendere, arrivando a sfiorare gli ulivi.

     

    Sulla strada un paio di operai che stavano allestendo un cantiere per l’asfaltatura si sono visti lanciare una corda dal cestello della mongolfiera, chiedendo di legarla a un'auto parcheggiata.

     

     

    Questo ha impedito che la mongolfiera finissse rovinosamente nel campo sottostante, frenando la corsa e permettendo all’equipaggio di scendere in tutta sicurezza. Solo una parte del pallone si è aggrovigliato a un olivo.

     

    I turisti sono così usciti sorridenti da questa insolita avventura, tanto che alcuni di loro hanno approfittato per andare a visitare la Pieve.

     

    Nel frattempo l'auto in appoggio allo staff ha raggiunto il luogo. E mentre il personale ha iniziato a riavvolgere il pallone, sono stati allestiti dei tavolini, una tovaglia a quadri, e la colazione è stata servita a pochi passi dalla Pieve di Decimo. Con, sullo sfondo, l’oliveta e la vallata che guarda Firenze.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...