spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bella gioventù: trovano un cellulare al Poggione, contattano il Gazzettino e lo fanno recuperare al proprietario

    Ieri sera al cellulare di redazione arriva una chiamata, dall'altro lato una ragazzina... . Da qui, attraverso la Misericordia, chi aveva perso il telefono lo ha recuperato

    SAN CASCIANO – Al telefono della redazione del Gazzettino del Chianti, alle 23 di mercoledì 16 agosto, arriva una telefonata.

    Dall’altro capo una voce di una ragazzina: “Scusi, abbiamo trovato il telefono da cui stiamo chiamando su un tavolino al Parco Dante Tacci, il Poggione. Scorrendo sulla rubrica abbiamo trovato il vostro numero, sicuramente il proprietario è un vostro conoscente”.

    Sì, in effetti lo conosciamo. La prima cosa che abbiamo pensato è di chiedere alla ragazza se fosse disponibile a lasciare il cellulare alla vicina sede della Misericordia, dove lo avrebbero custodito.

    Ringraziamo questa ragazza, mentre in sottofondo sentiamo le altre che ridono entusiaste di poter riconsegnare il cellulare.

    Stamani siamo andati alla Misericordia, dove ci dicono che il cellulare è stato già consegnato al legittimo proprietario.

    Chiediamo ai Fratelli della Misericordia se le conoscessero: “No, nessuno di noi sa chi sono. Probabilmente non erano del paese. Erano carine e un po’ timide, non abbiamo pensato nemmeno di chiedere loro il nome”.

    Abbiamo così preso contatto il nostro conoscente, proprietario del cellulare.

    “In effetti – racconta – ieri sera dopo cena sono andato un po’ al fresco sul Poggione, ho fatto una telefonata dimenticandomi il cellulare sul tavolino. Ho trovato da fare due chiacchiere e sono rientrato a casa, non pensando più al telefono”.

    “Stamani la sorpresa – prosegue – Era stato ritrovato ed era alla Misericordia. Purtroppo non mi hanno saputo dire chi è stato a portarlo lì, ma pi piacerebbe saperlo per ringraziare del bel gesto”.

    Spesso ci siamo occupati di atti vandalici, sia al Poggione sia in piazza della Repubblica, anche con dispiacere.

    Stavolta ci siamo sentiti piacevolmente sollevati di poter scrivere finalmente una notizia in cui i più giovani si comportano con empatia ed educazione.

    Per un gesto che, è bene sottolinearlo, non è né enorme né una eccezione, perché di ragazze e ragazzi bravi, educati, esistono ancora. Ma ci piaceva darne conto.

    E che, magari, possa essere di esempio per i loro coetanei.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...