spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Buon voto a tutti (fino alle 23 di oggi), anche nelle Rsa: a Villa San Martino in 14 hanno esercitato il loro diritto

    Esprimere la propria preferenza elettorale è un diritto-dovere fondamentale. Farlo in qualsiasi momento e in qualsiasi condizione di vita, un esempio

    SAN CASCIANO – Buon voto a tutti, con le urne aperte per le elezioni politiche fino alle 23 di oggi, domenica 25 settembre (ricordiamo che si vota solo oggi).

    Otre 50 milioni gli italiani al voto per rinnovare il Parlamento.

    Alle ore 12 è arrivato il primo dato parziale dell’affluenza relativa al rinnovo della Camera che si attesta intorno al 19% (più o meno sullo stesso livello del 2018).

    In Toscana è massima l’attività per scrutatori e presidenti di seggio, uffici anagrafe, messi comunali e sindaci, forze dell’ordine, volontari.

    Che stanno lavorando nelle 3.933 sezioni della nostra regione, oltre alle 31 negli ospedali e le 300 per lo scrutinio delle schede dei connazionali all’estero.

    Fra le tante operazioni di voto in corso, ne abbiamo scelta una che ci sembra davvero significativa.

    Ovvero il voto nelle Rsa, residenze sanitarie assistite.

    In questo caso siamo a Villa San Martino, nel comune di San Casciano, dove 14 ospiti della struttura hanno esercitato il loro diritto di voto.

    Lo hanno fatto grazie all’allestimento del seggio “volante” per ospiti, per voto in luogo di cura.

    A loro 14 e a tutti i cittadini che si sono recati e che si recheranno alle urne, il nostro augurio di buon voto.

    Esprimere la propria preferenza elettorale è un diritto-dovere fondamentale. Farlo in qualsiasi momento e in qualsiasi condizione di vita, un esempio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua