domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Calzaiolo, pino si schianta al suolo: il suo abbattimento era previsto nei prossimi giorni

    Il sindaco: "Sul tronco c’è un segno, un bollino; doveva essere abbattuto al più tardi mercoledì 28 ottobre dall’azienda incaricata al taglio delle piante"

    CALZAIOLO (SAN CASCIANO) – Erano passate da poco le 11 di domenica 25 ottobre quando un grosso pino, alto circa dodici metri, si è abbattuto al suolo.

    “Ero in terrazza quando improvvisamente ho visto andare giù il grosso pino” ci ha detto un residente nelle case Erp di via Borromeo.

    Nessuno è rimasto coinvolto nella caduta, così come non ci sono stati danni: il pino era lontano dalle abitazioni e dalla strada.

    E’ andata bene anche per un cavo della linea elettrica che attraversa il parco, sfiorato davvero per poco.

    Sul posto si è recato il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi.

    “Come è possibile vedere – ci ha spiegato – sul tronco c’è un segno, un bollino; doveva essere abbattuto al più tardi mercoledì 28 ottobre dall’azienda incaricata al taglio delle piante, che sta già operando nel nostro comune”.

    Un’annata davvero difficile per gli alberi sul territorio comunale sancascianese, e la memoria non può non andare a quanto accaduto nei giardini del Piazzone, con il crollo del pino più grande in una sera d’estate piena di persone.

    Ma anche altre cadute in pochi mesi, in una sorta di “pandemia degli alberi” che il Comune sta monitorando nelle aree di propria competenza.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...