spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le storie di Priscilla, Sissi, Freddy e Zoe, che finalmente hanno trovato una famiglia

    Chi trova una famiglia trova un tesoro. Per Priscilla, Sissi, Freddy e Zoe, ex-ospiti del canile Una di Poggibonsi, è arrivato il momento di averne da amare e dalla quale ricevere coccole e affetto. Superare il trauma dell’abbandono adesso sarà più facile. Circondati dalle cure dei nuovi padroni, i cani adottati hanno iniziato una nuova vita.

     

    E questo anche grazie al successo della campagna di sensibilizzazione per l’adozione dei cani promossa dal Comune di San Casciano che ha pubblicato in rete una galleria di foto e profili dei cani da adottare con l’impegno a sostenere i cittadini erogando un contributo pari a 370 euro all’anno. I risultati sono arrivati in pochi mesi. Il canile ha già accolto le richieste di quattro persone per l'adozione di tre meticci ed un segugio.
     

    Freddy è il più anziano: l’opportunità di avere una famiglia è arrivata a quasi dieci anni di vita. Dallo scorso novembre abita a Roma con Marina e la sua famiglia. “E’ un cane dolcissimo e sta gradualmente imparando a fidarsi di me e mio marito – dice – gli daremo tutto il tempo di cui ha bisogno per sentirsi totalmente inserito”.

     

    Anche Priscilla, nata nel 2007, ha dallo scorso settembre Stefania di Siena che le dedica affetto e attenzioni. “E' arrivata da poco ma è già un membro della nostra famiglia – commenta – io, i miei figli e mio padre amiamo giocare con lei e portarla a spasso, sebbene abbia ancora qualche paura da superare”.

     

    Anche Zoe ha acquisito una nuova famiglia che la adora (vedi foto sopra). A Casole d’Elsa Rosetta e le sue figlie la riempiono di coccole in ogni momento della giornata. Sissi, la meticcia di sette anni, è al centro del mondo di Maria Gabriella di Calenzano. “La solitudine – commenta – per me non è più un fantasma, Sissi è buonissima, ci siamo ritrovate, sono felice di averla adottata”. In quest’ultimo caso un regalo è previsto anche per la padrona.
     

    Essendo residente nella provincia di Firenze, Maria Gabriella riceverà dal Comune di San Casciano la somma di 370 euro all’anno per il sostentamento del cane fino a quando sarà in vita. Un’opportunità che il Comune di San Casciano vuole rilanciare ricordando alle famiglie che intendono adottare un cane che sono ancora quattordici i dolcissimi esemplari custoditi presso il canile Una.

     

    “Basta una visita al canile – fa notare l’assessore all’ambiente – dove agli animali non manca nulla tranne l’affetto esclusivo di un padrone per rendersi conto della dolcezza degli animali e del loro incredibile bisogno di essere amati; e in più il Comune si impegna a sostenere il gesto e chi decide di compierlo responsabilmente con un contributo significativo, l’unico requisito che richiediamo è che sia residente nella Provincia di Firenze”.

     

    Tutte le informazioni relative alla campagna antirandagismo “Solo come un cane mai piu!” sono disponibili sul sito del Comune: www.sancascianovp.net. Info: ufficio Ambiente 055 8256339.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...