spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “C’era una volta – Immagini dal mondo contadino”: mostra fotografica all’MCL Mercatale dal 17 marzo

    Le fotografie sono dell'Archivio Storico Fotografico Arsomiglio: che invita i cittadini a tirare fuori dai cassetti le fotografie

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Si chiama “C’era una volta – Immagini dal mondo contadino”, la mostra fotografica che verrà inaugurata venerdì 17 marzo, alle ore 18 presso lo spazio espositivo del Circolino MCL di Mercatale in via Gramsci 6.

    Le fotografie sono dell’Archivio Storico Fotografico Arsomiglio.

    “Questa nuova mostra – dicono dall’Arsomiglio – la cui tematica è stata espressamente richiesta dal Circolino, è realizzata con le foto presenti nell’Archivio Storico dell’Arsomiglio e si affianca e non sostituisce quella già presente alla casa del popolo (Fungi)”.

    “Invitiamo ancora tutti gli amici – concludono dal gruppo fotografico mercatalino – a proporsi o proporre immagini proprie o di amici. A diffondere e sostenere il nostro sforzo di presentare la fotografia come mezzo espressivo, di reportage, di denuncia, di testimonianza o in qualunque altro modo si possa coniugare il linguaggio fotografico e la cultura fotografica”.

    Con il patrocinio del Comune di San Casciano, la mostra è visibile negli orari di apertura del circolo.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...